8 marzo 2010

WE in quel di Milano


Ebbene si! Per la quinta volta in vita mia mi sono recato a Milano. In questa città disseminata di monumenti e intrisa di moda fino al midollo. Ecco dove sono stato in questo ultimissimo we che mi ha allontanato da lavoro, famiglia e blog.


I navigli. Non li avrvo mai visti e sinceramente sono rimasto un pò deluso...io mi aspettavo chissà che cosa. Ci sono però un sacco di negozi vintage molto carini da visitare. Quindi occhio alla carta di credito.
Era il compleanno di una amica mia e di M e ci ha invitato alla sua festa. Inizialmente non sapevo che fare, avevo paura di stancarmi troppo, e fare la classica "sfacchinata" non è nei miei piani in genere. Ma come si fa a dire di no alla capitale della moda eh? Il solo pensiero di poter rivedere il centro con occhi diversi mi ha subito convinto, e in 3 giorni abbiamo organizzato la partenza.


Abbiamo cenato con Luura, la sua ragazza e alcuni suoi amici in un ristrante chiamato "Mongolian restaurant", dove abbiamo prenso tutta roba cinese e giapponese a buffet. Gente...se volevate vedermi devastato dovevate essere presenti! Credevo di uscire dal locale rotolando per strada col richio di essere travolto da un tram. Fortuna che non è successo.
Al seguito siano andati un un pub (Milk, può darsi?) a bere...io mi sono astenuto, altrimenti davvero rischiavo di non vedere l'alba del giorno dopo. Il deejay era a dir poco pietoso. Lasciatemelo dire. Giusto i suoi 3 amici lo stavano a sentire.


Le scale della Metro che suonano! Come potevo non farci qualche saltino sopra eh? Troppo divertente davvero. Dopo questa ho capito da dove provenica il baccato e ho capito come mai la gente, cinesi soprattuto, erano estasiati mentre fissavano le scale della metro. Mi sono sentito un pò cinese anche io, lo ammetto.


Il Duomo resta sempre qualcosa da ammirare. Sempre. Non si può andare a Milano e non andarlo a rivedere. E' un pò come il colosseo a Roma.
E che dire di tutti quei negozi immensi che a Livorno mi sognerò la notte per le notti a venire? A proposito, gli acquisti meritano un mini-post a parte. Non è molto, ma dei souvenir modaioli me li sono portati casa.


Questo è un palazzo incontrato in uno dei cortiletti che ci sono sui navigli. Nulla di che, ma mi è piaciuta la cotruzione e ZAC Blackberry allla mano! =) Siate clementi.



Giuro che non volevo più andare via da Milano. Giuro su quello che ho più caro. Mentre ero sul treno di ritorno mi veniva quasi da piangere, mi sono divertito davvero un sacco. Stare con gli amici, il mio ragazzo e poter condividere insieme l'emozione di girare per le vie del centro, non ha davvero prezzo.

Buona notte a tutti quanti.

P.S: Io e M torneremo presto a Milano. Ce lo siano promesso. Dobbiamo finire di vedere un sacco di cose. Il negozio di Chanel ad esempio mica l'ho visto...e quello solo ha bisogno del suo tempo. =)

46 commenti:

  1. Ma per disseminata di monumenti intendi il negozio di Chanel o quello di Armani? :) :) ... perche' io a dire il vero quando ci son stato ho visto ben poco di "monumentale" .....Se vai a Torino ti stupisci per cio' che trovi! ...Li si che trovi una citta' monumentale... Palazzi reali, musei, castelli, piazze dal sapore di antica capitale... e molto altro :) :) ...Fidati! :) Kiss_By_IMSOGUY!

    RispondiElimina
  2. Rano quanto sei carino con la tua LV al braccio *__*
    E Milano è sempre Milano: non posso sentire chi dice che è grigia e brutta... Milano è FA-VO-LO-SA!
    E il Duomo va sempre rivisto, è così bello...
    Però uffi, sono invidiosa: le scale della metro che suonano l'ultima volta che sono andata non c'erano :-((
    Un bacione e buona notte :-***

    RispondiElimina
  3. ma uffa lascio Milano per un paio di mesi e mi mettono le scale della metro che suonano? non è giusto!
    A Milano ci sono fior di palazzi e monumenti artistici, magari non sono ben pubblicizzati questo sì, ma ci sono!
    se dovessi ricapitarci ti consiglio di vedere la chiesa di Santa Maria presso San Satiro è piccolina ma c'è una finta abside dipinta in prospettiva di Bramante che è una meraviglia! è all'inizio di via Torino, lasciandosi il Duomo alle spalle in una delle prime viuzze sulla sinistra.

    RispondiElimina
  4. @IMSOGUY: Le città sono molto diverse tra loro, ed è normale forse che non conoscendo la città si abbia l'impressione che non ci siano monumenti. Anche io ne ho visti pochi ma non potevo neanche tra motare i miei 2 giorni in una gita scolastica, primo perchè non mi sembrava giusto per gli altri e poi c'ero già stato.
    Chanel e Armani me li lascio alla prossima volta. Credo pure che entrerò da Chanel SOLO, così nessuno si mette a criticare su quanta bava lascerò in giro!

    @BAILING: Grazie mille del complimento cara, ti assicuro che è veramente versatile quella borsa! C'era dento di tutto! Molto comoda per viaggiare e ovvio attiri l'attenzione!
    Delle scale che suonanon non ne sapevo nulla neanche io, e non so se sia una cosa che poi finisce, ti auguro di poterle vedere e "provare", sono davvero divertenti, è come tornare bambini.

    @IRENE: Ci sono sicuramente altre cose da ammirare te lo assicuro! Stavolta ho davvero rivalutato Milano, la ricordavo diversa, ecco perchè trovo giusto una rinfrescatina di memoria ogni tanto.
    Grazie mille della segnalazione, passerò sicuramente a vederla quando torno.

    RispondiElimina
  5. Ecco una città che non mi sono mai gustata appieno... ci sono stata solo una volta, un po' di corsa, ho visto pochissimo, ma mi piacerebbe approfondire la conoscenza!

    RispondiElimina
  6. che cappotto wow che hai!! favoloso! e poi abbiamo la stessa borsa! :D

    io la sola volta che sono stata a Milano non ho nemmeno visto il duomo, era coperto causa lavori sigh :(

    RispondiElimina
  7. devo dire che in queste foto sembri proprio un rappresentante della fauna milanese...trendy e un pò snob ;)scherzo ovviamente...ma ti ci vedrei proprio bene!!!!!

    RispondiElimina
  8. Quel cappotto ti sta veramente bene, sul serio! E la Louis Vuitton è fantastica.
    Milano la adoro pure io, sebbene un pò grigia forse, ma pur sempre fantastica.

    RispondiElimina
  9. Immagina che culo lavorare vicino alla fermata della metro!!! ahahah... Milano è una città che mi manca... credo di aver visto tutte le altre città importanti d'Italia ma Milano non la ricordo...
    Io morirei per i negozi e quindi quando la vedrò non avrò carte di credito nè banconote, al massimo 2-3 € a moneta per una bottiglia d'acqua!!!
    Baci..
    Gabri

    RispondiElimina
  10. Non so se potrei viverci a lungo, ma ogni volta che vado, Milano mi rapisce completamente! Ai navigli però non sono mai andato, mannaggia. Ciao Rà, buona settimana! ;)

    RispondiElimina
  11. ti ci vedo proprio a milano! il negozio di Chanel merita una gita dedicata esclusivamente a quello!

    RispondiElimina
  12. che carino il tuo blog:) ti seguo!:)

    RispondiElimina
  13. Adoro Milano :)
    mi fa piacere che tu ti sia divertito!
    un bacione

    RispondiElimina
  14. Distinguiamo il discorso moda dal discorso arte: qualcuno ha detto che i monumenti di Milano sono le boutique di Armani e Chanel.. qualcun altro ha detto che Torino è più di Milano in fatto di monumenti...
    Non sono vere entrambe le affermazioni. Il quadrilatero della Moda di Milano che attira tutti, i gay in particolare, è qualcosa di relativamente recente.. ultimi 20 anni. fino agli anni 80 non esisteva. Al contrario i monumenti sono lì da secoli. Logico che oggi come oggi chi va a Milano, soprattutto x il WE va sicuramente a fare shopping nel quadrilatero e poi torna a casa e dice che a Milano non ci sono monumenti a parte il Duomo che ormai è come un'isola in mezzo alle boutique..
    Dunque, a parte il bel suggerimento di andare a vedere Santa Maria presso S. Satiro che è lì in fondo a Via Torino, a 2 passi dal Duomo e si può conciliare con lo shopping, in realtà x vedere le altre cose belle uno deve fare una scelta: o i monumenti, o lo shopping..
    Quali monumenti: S Lorenzo presso Porta Ticinese, dove ci sono le colonne romane. Al suo interno la cappella di S. Aquilino con mosaici paleocristiani. S. Eustorgio, con l'annesso museo diocesano pieno di dipinti lombardi, fondi oro e lavori di alta oreficeria di arte sacra (ostensori ecc..); dietro a S. Eustorgio la Cappella Portinari (stupenda). Già quello che ho detto finora ti porta via mezza giornata.. Poi la Basilica di S. Ambrogio; Santa Maria delle Grazie e l'annesso Cenacolo Vinciano (scusatemi se è poco..); La pinacoteca di Brera; la pinacoteca Ambrosiana; le sale museali all'interno del Castello Sforzesco; la Basilica di Santa Maria della Passione; la Basilica di S. Maria presso San Celso; S. Maurizio al Monastero Maggiore in Corso Magenta (e già che sei lì, una sosta al celebre bar Magenta in stile liberty.. meglio se per l'Happy Hour); e poi ovviamente il Duomo (sei stato in cima sul tetto? E' una delle cose che 2 fidanzati devono fare, e possibilmente baciarsi tra le guglie..). Come vedi, ce n'è già x un WE, senza fare shopping..
    I navigli, sono oggi noti più per il discorso della movida, ma molti ignorano che quello che si vede ora, è solo la parte superstite del sistema dei Navigli che esisteva fino agli anni 30. I Navigli infatti circondavano il centro di Milano: la cosiddetta Cerchia dei Navigli, ora un anello di strade percorse dalle macchine, era in realtà un anello di acqua, il cosiddetto Naviglio interno, o Fossa. Poi c'era il Naviglio di S. Marco con la relativa darsena (il laghetto di San Marco) vicino all'omonima basilica (zona Brera più o meno). Del Naviglio di S. Marco esiste ancora un tratto di alveo scoperto con delle chiuse leonardesche.

    La casa che hai fotografato è una caratteristica casa di ringhiera, cioè la tipica abitazione popolare milanese ottocentesca (si accedeva agli appartamenti percorrendo la balconata, cioè la ringhiera, sulla quale si affacciavano le porte dei vari appartamenti. Il bagno era in comune tra tutti gli appartamenti del piano, in fondo alla ringhiera.. dalla tua foto si vede).

    Ma.. non sei stato nei locali della Milano gay?

    RispondiElimina
  15. Effettivamente Milano può rovinare uno che è appassionato di shopping mi rendo conto. Però per poter scindere la moda dai monumenti si deve un attimo fermarci a pensare. La prima volta che sono andato io mi sono dato ai monumenti, ma come accade poi con Londra, quando ci torno mi do ai giri per il centro e vado per vedermi quei negozi che qua non troverei mai e mi gusto il clima diverso che si respira lì.
    Stavolta Milano mi è piaciuta un sacco. Ecco perchè dico che voglio tornarci.
    Grazie mille a tutti quanti...la Vuitton fa sempre un grandissimo effetto, e anche se a Milano c'è il quadrilatero della moda qualche occhiata mi è arrivata lo stesso, un maschietto con quella borsa non credo che sia roba da tutti i giorni.
    Purtroppo Chanel me la sono persa, come mi sono anche perso i locali gay...che devo ammette che ne sento così parlare che quasi mispaventano. E ho bisogno di una guida. Assolutamente.
    Karl sei stato di grande aiuto...avere te come guida penso possa vale un sacco!

    @SARAH: Grazie mille per essere passata, spero vivamente vorrai tornare a trovarmi!

    @CLAU: Esattamente, so già che mi servirà una tenda canadese e una carta di credito Gold.

    @C: Ma lo sai che un pochetto ci speravo di confondermi con la fauna Milanese...in una città come questa rischi di venir lapidato se non ti vesti per bene a seconda di dove vai.

    Un bacio a tutti quanti.
    Fashion e non! =)

    RispondiElimina
  16. ...Grazie RANO ...ma come dicevo...dovessi scrivere racconti erotici x soldi... perderei la vena d'ispirazione... :) Anche se son fatti realissimi :D :D eheh... Kisss!

    RispondiElimina
  17. ciao Rano! anche a me sei mancato..mi chiedevo che fine avessi fatto in questi giorni!
    vedo che ti sei diverito a Milano! nemmeno io sono stata ai navigli, sono cosi curiosa di andarci!aspetto con ansia le foto dei tuoi acquisti!

    RispondiElimina
  18. in effetti i navigli non sono sto granchè come li vogliono far passare.... a me non sono mai piaciuti, se non per qualche localino qua e là!
    Ma allora le scale che suonano esistono per davvero??? Le avevo viste tempo fa in un "fantastico" servizio di studio aperto!!!!

    PS: la terza foto mi piace un sacco! ^^

    RispondiElimina
  19. @IMSOGUY: Beh potresti provare no? A limite resta una cosa tra di voi da ricordare con piacere! Mica devi per forza pubblicare! =)

    @MISSVELVET: Mi fa una sensazione strana sapere che qualcuno è in attesa delle cose che scrivo sai? E la cosa mi rende felicissimo, non hai idea. Si a Milano mi sono davvero divertito un sacco. E spero di poterci tornare a breve, magari quando fa più caldo...dovessi tornare adesso morirei di freddo! Domani vedo di scattare qualche foto a quello che ho preso, così tolgo ogni curiosità!

    @GUADY: Di localino sui navigli ne ho visti pochi a pare i negozietti Vintage, io ci son passato nel pomeriggio!
    Siiiii le scale che suonano sono una REALTA'!! E sono troppo carine! Devi provarle!!

    RispondiElimina
  20. Ma lo sai che non ci sono mai stata a Milano? mi piacerebbe molto!
    Bello il cappotto che indossi in queste foto, ti sta molto bene.

    RispondiElimina
  21. @CARMEN: Non ci sei MAI stata??? Beh devi rimediare il prima possibile eh! =) Grazie del complimento.

    RispondiElimina
  22. Menomale che parlando di cose comprate hai scritto "poche cose"... già mi ti vedevo con un mutuo ventennale... Dai scherzo :P
    anche se non l'ho mai vista di persona ho molti cugini che vivono in pianta stabile a Milano... molti dei miei "nipoti" sono nati e cresciuti lì e non ti nego che più di una volta ho fatto anch'io il pensiero di trasferirmici dopo la laurea in pianta stabile...

    RispondiElimina
  23. @MAJIN: Tranquillo niente mutuo, uno di questi è stato anche un regalo quindi mi sono comportato davvero bene!
    Come città è grigiotta, ma c'è un sacco di vita e un sacco di giovani e questo è l'importante. Qua da me pare vivano solo anziani ultimamente.
    Se ti ci trasferisci ti vengo a trovare eh...sarebbe sempre più vicino si Napoli!

    RispondiElimina
  24. Ecco qui un tipico esemplare di Rano milanese! ahahah! :D
    La borsa ti sta davvero benissimo! Le scale le ho viste anche io l'altra settimana quando sono andata a Milano, ma era un'ora di punta, e facevano un fracasso infernale! Indubbiamente però sono molto originali!

    RispondiElimina
  25. Quando vuoi venire a Napoli sei mio ospite :)))

    baci!

    RispondiElimina
  26. Ma che belle foto!

    Grazi mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  27. ULTIMA CONSIDERAZIONE: quelli che ti lapidano se non vai vestito giusto, cioè i fashionisti che se la tirano.. in genere non sono milanesi, ma gente venuta da fuori, tanti di loro di origine meridionale, che una volta approdati a Milano x motivi di lavoro, hanno cominciato a vestirsi griffato e a tirarsela x sentirsi integrati.. la maggior parte dei gay che vivono a Milano appartengono a questa categoria.
    Dirò di più: il milanese doc considera lo stesso quadrilatero della moda, come un corpo estraneo che si è insediato nel centro di Milano... E' vero che la moda ha dato lustro a Milano, ma chi ci lavora in genere non è milanese: la maggior parte degli stilisti non lo sono, i commessi e le commesse nei negozi anche (vengono tutti da la altre regioni d'Italia, molti meridionali, poi ci sono molte ragazze dell'est, molti ragazzi nordafricani..); vai in giro per il quadrilatero e non senti parlare milanese..
    Il vero milanese si è sentito sfrattato dal centro di Milano, causa una politica abitativa assurda, dove gli affitti sono proibitivi e chi possedeva un appartamento è stato indotto a venderlo di fronte ad offerte che non si potevano rifiutare (con il prezzo di un appartamento in centro, ne compri dieci poco più fuori..); è stato così che le firme della moda si sono impadronite del centro di Milano e hanno cominciato a dettare legge.
    E' così che si è arrivati ad essere lapidati se non vesti giusto!

    I miei compagni di università (Politecnico di Milano) erano i figli della borghesia milanese. Nessuno di loro vestiva griffato.. Il mio amico del cuore, bel ragazzo (etero purtroppo), ricco, milanese doc, parente dei Pirelli, viveva (non so se ci vive ancora, ho perso i contatti) in un lussuoso appartamento in fondo a via Manzoni (praticamente nel quadrilatero!). Vestiva anonimi pantaloni di velluto con maglioni colorati della benetton.. girava con la Seat Ibiza e gli unici lussi che si concedeva erano il golf e l'abbonamento alla Scala.. Certamente lui non ci pensava nemmeno a lapidarti se non eri vestito giusto, anzi, probabilmente non ci faceva neanche caso a come eri vestito.. Questo è un bell'esempio di vero milanese doc!

    Perdonami lo sfogo, ma io, anche se non vivo a Milano appartengo ad una famiglia milanese da parte di mio padre e porto quindi un cognome milanese. Quindi certe cose mi danno fastidio...

    RispondiElimina
  28. bellisma milano, la mia cità è una delle più belle del mondo :)
    mi piace un sacco questo blog, leggo tutti i giorni le parole che scrivi, mi sembra che sei una persona, anche senza conoscerti, molto sensibile
    complimentiii per il blog!!!
    bacii =)

    RispondiElimina
  29. ciaooohh!!
    grazie del commento sei sempre gentilissimo con me!!
    cmq si indossare le proprie creazioni non ha confronti :-)
    mi piace un sacco come scrivi riesci riesci a trasmettere le tue emozioni in maniera incredibile!!!
    COMPLIMENTI!!!

    BACI
    http://thescentofobsession.blogspot.com/

    RispondiElimina
  30. Ogni volta che vado a Milano (vivo a solo un'ora), prima, mi dico: ma che brutta città! Ma poi non voglio più tornare a casa, perché ci sono troppi negozi, e la gente si veste cosi bene!

    RispondiElimina
  31. Vieni a Milano e io non ne so niente? :O Vergogna!!!
    Ti scuso solo perchè se sei venuto in quest'ultimo periodo, dopo Milano Moda Donna per intendersi, sono a Parigi.
    Ti spaventano i locali gay? Strano per uno che va in giro in montenapo con una borsa da donna (probabilmente è per questo che la guardavano, non perchè è una LV ;) ).
    Strano anche che tu non sia stato da Chanel. Bastava girare l'angolo. Ti serve proprio un navigatore! :D


    @ baling: probabilmente non vuoi sentirlo perchè non ci vivi. Altrimenti capiresti che è grigia e brutta. In un fine settimana quasi ogni città appare bella.

    @ Karl: al Magenta preferisco decisamente lo storico Biffi.

    RispondiElimina
  32. Non so che cosa dire di fronte ai vostri commenti, davvero. Tornare a casa dal lavoro e leggerli mi da una carica spropositata.

    @NICOLETTA: Sai che mi chiedo sempre come appaio a gli occhi di chi legge? Quello che hai detto tu mi fa molto piacere. E poi...siamo entrambi artisti no?

    @ALEXIS: Tesoro non ci siamo più trovati in rete! Cmq si, sono stato questo fine settimana e ho corso abbastanza di mio quindi non so se avremmo potuto vederci...Chanel mi manca si, e la prossima volta ci metto le tende giusto!

    @ARMADIODELDELITTO: Vale lo stesso per me, un'autentica tortura per gli occhi!

    @CHERRY: Mi fa molto piacere che passi spesso da queste parti, ma è la prima volta che commenti o sbaglio? Faccio un salto a trovarti anche io! =)

    @KARL: E' bello ricevere un commento da chi vive la situazione sul vivo o conosce persone che lo fanno. Spesso si ha una percezione distorta di ciò che abbiamo di fronte. Sinceramente anche io ho avuto un pò la sensazione che ci fossero molti forestieri come me, ma tutti erano così fighi che non sapevo su chi concentrarmi per farmi un'idea!

    @RORY: Mamma mia...l'unica volta che sono venuto a Napoli avevo credo 13 anni! sarebbe bello poterci tornare.

    @FEDERICA: Anche sabato facevano un baccano immenso, con tutta la gente che c'era! Sono contento però di aver tenuto alto il nome dei Toscani...in Lombardia!

    RispondiElimina
  33. Mi sa che eravamo a Milano nello stesso week end!!!! :D...Io appena posso faccio sempre una scappata perchè la famiglia di mia mammma vive tutta li!!!

    RispondiElimina
  34. Ho smesso di contare le volte in cui sono andato a Milano.
    Ogni volta rimango affascinato.
    Tappa obbligatoria: Duomo e Castello Sforzesco.
    Non me ne vado via se non ci passo almeno una volta davanti!

    RispondiElimina
  35. @ELI: Davvero? Beh allora la prossima volta dobbiamo assolutamente organizzarci e combinare qualcosa. Ok?

    @DADO: Ormai anche io, anche stavolta mi sono ritrovato al Duomo, al castello e a parco Sempione! Ormai è una tradizione.

    RispondiElimina
  36. Milano è una di quelle città che non ho mai avuto il piacere di vedere con calma. Sempre per lavoro, sempre di fretta o mordi e fuggi per qualche convention o fiera (tipo SMAU).
    Uffa... e come dico spesso... senza lilleri non si lallera.
    sigh....
    Ciao
    J.

    RispondiElimina
  37. Eh si difatti anche io la prossima volta devo andare li con più lilleri sicuramente!
    Un bacio.

    RispondiElimina
  38. ci sono stata diverse volte e non mi stanca mai... mi è piaciuo molt salire sul duomo!!

    stavibenissimo...la borsa è stupenda baci!

    RispondiElimina
  39. Oddio io credo di non esserci mai saluto... o forse si? Boh.

    RispondiElimina
  40. Hey -- love your casual-sophisticated look. Perfect for Milan. Beautiful coat and bag; they match perfectly. Molto carino! (Come sempre.)
    XO
    Michael

    RispondiElimina
  41. @MICHAEL: Ciao Michael! Come sono contento che ogni tanto passi a trovarmi! Thank you so much! =)

    RispondiElimina
  42. Wonderful..

    Ma anche AltaRoma ti attende caro, quando vuoi qui hai un punto di riferimeno ;)

    RispondiElimina
  43. @CEPOREX: Beh se ci organizziamo magari posso venire a trovarti! Che dici? Mi ospiti tu?

    RispondiElimina
  44. Uso questo tuo post sulla mia città per ringraziarti del messaggio di benvenuto che mi hai scritto su Men and Socks....
    Scusa se ti rispondo in ritardo...ma i post li faccio su Men and Socks2 adesso.
    Ciao e grazie anche per le belle cose che dici su Milano.
    David (Men and Socks2)

    RispondiElimina
  45. Ma figurati! grazie a te...adesso so dove venirti a cercare!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...