31 maggio 2010

I giganti della montagna


Come succede ogni volta ieri è stato un giorno di grande emozione: lo spettacolo dei Giganti della montagna di Pirandello. Io nel ruolo di Battaglia.
Solo e soltanto chi fa teatro può capire l'emozione e la paura che ti assale prima di salire su quel palco. Questa settimana ho avuto le prove ogni giorno fino a tardi e tornavo a casa stanchissimo, non ne potevo davvero più. Ogni volta erano un paio di filate con brevissimo tempo per far pausa. E chi l'ha provato sa che stare sotto i riflettori fa venire un caldo pazzesco. Quindi non vi dico le sudate.


Il testo non era alla portata di tutti e per entrarci dentro c'è voluto un pò di tempo (una grande lode ad un teatro che ormai sta morendo perchè le persone non sono più in grando di capirlo), ma una volta compreso però abbiamo tutti trovato una sinergia che con l'andare delle prove si è andata consolidandosi. E credo che la cosa sia stata tangibile, al di là che lo spettacolo possa essere piaciuto o meno.
Tutto sembra andar male, le battute che non tornano, i ritmi che saltano, i movimenti scelti che non sono in sincrono, la stanchezza, la voglia di scappare... Improvvisamente però, tutto va al suo posto una volta allestita la scena e le luci. Magia pura.


Oggi mi sento svuotato, come se qualcosa mi mancasse. Ogni spettacolo è un'inizio e una fine. Quando si riaccendono le luci di sala, si torna alla vita di tutti i giorni. E questo è inevitabile. Vorrei che la magia non finisse mai.

Lo spettacolo si concludeva con questa canzone...a sottolineare che sempre più la nostra società sta scadendo nel trash più totale: "Zucchero zucchero" di Cristina Moffa sigla di Drive In dell'83.

21 commenti:

  1. Il teatro è pura magia e da come ne parli traspare quanto impegno e amore ci metti! Anche se non ho visto la tua interpretazione sono sicura sia stata eccellente ;)

    RispondiElimina
  2. Penso che la magia dell'arte stia proprio nel riempirsi di energia per poi rilasciarla esprimendosi. Se fosse continiativa sarebbe insopportabile e sfibrante e non si apprezzerebbe la sua bellezza.

    RispondiElimina
  3. @LUCILLE: Beh sono contento che questo venga fuori, ci sono momtenti in cui mollerei tutto quanto per l'ambiente che è, ma non ne posso fare a meno. E' come una calamita.

    @LORAN: Buongiorno! Sono daccordo con te. Godiamo della magia dell'arte proprio perchè è effimera. Inizia e finisce e nonostante le numerose ore di prove tutto è in funzione di quella serata.

    RispondiElimina
  4. Molto interessante, io adoro Pirandello! E' molto impegnativo, vero?
    Vieni a vedere nel mio blog c'è un gift coupon in palio per te, vincere è facile! Ti aspetto

    RispondiElimina
  5. E vabbè dai un regalo per una tua amica! ;D

    RispondiElimina
  6. Se un giorno pubblicizzerai qualcosa che può fungere anche per i maschietti parteciperò senz'altro!

    RispondiElimina
  7. Le sensazioni di cui parli riesco a capirle abbastanza bene... per me anche un'interrogazione a scuola mi sembrava mettermi su un palcoscenico... io che sono emotivo se veramente dovessi salire su un palco morirei! ....almeno voi sudate soltanto! :) :) eheh... kisss

    RispondiElimina
  8. Che bello ritrovare questa passione... L'ho avuta anch'io, poi l'ho messa a tacere. Voglia di ricominciare... Vedremo ;)
    Un grosso bacio! :D

    RispondiElimina
  9. Ebbene si...sudiamo un sacco sul placo e ce la facciamo sotto dietro le quinte! Un vero logorio. Ma i sorrisi, gli abbracci e i saluti finali ripagano sempre ogni cosa.

    RispondiElimina
  10. è MOLTO BELLO QUELLO CHE RACCONTI, IO POSSO CAPIRLO PERCHè QUALCOSA DI SIMILE L'HO PROVATO ANCHE IO QUANDO DOVEVO FARE QUALCOSA CHE RITENEVO IMPOSSIBILE, MA ALLA FINE CE UNO CE LA FA:-)RICCARDO

    RispondiElimina
  11. Ciao Riccardo! In teatro la paura è non è tanto il non farcela quanto il confronto con il pubblico. Dei veri giganti da affrontare...

    RispondiElimina
  12. Waw... ci hai messo tanto patos nel raccontare il tutto che sembrava quasi di esserlì... però si sente che lo stare sul palcoscenico è decisamente una parte di te... :)

    RispondiElimina
  13. adoro pirandello e mi sarebbe proprio piaciuto essere lì...si vede che ci metti tanta passione in quello che fai!

    RispondiElimina
  14. Diciamo che è un pò la passione che metto anche nello scrivere il bloggetto e fare scatti sempre più accattivanti. Difatti mai più foto col cellulare!
    Recitare mi fa stare davvero bene...ah...il 12 ne faccio pure un altro...poi lunga pausa!

    RispondiElimina
  15. Il teatro è una delle poche forme di resistenza che ci sono rimaste. Menomale!!
    Un bacione tesoro, complimenti! :*

    RispondiElimina
  16. Un grande babio anche a te e mi raccomando sei vai da Luisa Via Roma fammi sapere tutto!

    RispondiElimina
  17. Complimentissimi!
    Mi piacererebbe davvero poterti venire a vedere un giorno!!
    La tua mamma è venuta come promesso alla prima sfoggiando il Nouvelle Vague?
    Un bacione.

    PS: ma te lo hanno mai detto che assomigli un po' a Prince?;)

    RispondiElimina
  18. Tesoro sei bellissimo ed io AMO Pirandello, è tra i miei autori preferiti di sempre!
    La shopper bianca si trova molto facilmente: puoi provare in normali negozi di borse, oppure in negozi equi e solidali che te le danno come sacchetto!
    La mia, rubata a mia zia, è stata presa qui:
    http://www.spaldingbros.it/vendite.html
    clicca e controlla se c'è uno Spalding vicino da te!

    un super bacio!

    RispondiElimina
  19. @PAOLA: Ovvio che si...mamma ha sfoggiato il Nouvelle Vague come promesso! E ovvio...successone mega! Chanel non tradisce mai!
    E' da quando ho 13 anni che mi dicono che somiglio a Prince...e mi ci sono affezionato!

    @RORY: Io ho anche cercato su ebay, ma zero. Adesso controllo all'indirizzo che mi hai dato tu! grazie della segnalazione.
    Ma davvero ti piace Pirandelluz? =)

    RispondiElimina
  20. Nell'ultima foto sei stu-pen-do!!
    Un bacione tesoro :-***

    RispondiElimina
  21. Ho letto la tuya recensione su Sex and the city...peccato che il film sia un pò deludente. Grazie del complimento.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...