5 luglio 2010

Il "nuovo" gilet vintage


Buongiorno a tutti quanti e buon inizio settimana. Ma avete sentito che caldo che fa? Se non si sta attenti si rischia di squagliarsi al sole!
Stavolta vorrei mostrarvi come ho modificato questo gilet di camoscio di mio nonno ormai inutilizzato. Ci ho messo un pò mettere insieme le foto e a caricarle, ma alla fine ce l'ho fatta. Spero quindi che quello che ne uscirà possa piacervi ed esservi utile in quelche modo.


1 - Come prima cosa, come sempre, ho rigirato il capo mettendolo a rovescio per poterci lavorare.
Armato di forbici ho tagliato i due lati e la fodera che era un pò logora ed era inutile tenerla.


2 - Una volta scucita la fodera ci troviamo in una situazione come nella foto di sopra. Ciò che resta può eventualmente essere utilizzato per un cartamodello, anche se la sua consistenza non è molto adatta. Adesso il gilet è comepletamente libero.


3 - Nel mio caso dovevo stringere il capo essendo di un pò di taglie più grande della mia. Mio nonno non era proprio un fuscellino. A questo punto con del normale filo e ago ho effettuato l'imbastitura per la nuova cucitura prendendomi un margine più ampio. La nuova taglia del gilet dipende da questa imbastitura.


4 - Le foto sopra mostrano un'imbastitura doppia, che ad un certo punto si biforca. Questo perchè trovandomi in prossimità delle maniche c'è stato bisogno di strngere anche quella parte, o il gilet avrebbe avuto una forma strana, più grande alle maniche. Anche quest'operazione serve a definire la nuova taglia.


5 - Sono passato quindi ad effettuare la vera cucitura con l'aiuto della mia fedele macchina per cucire, che con questo caldo ha rischiato anche di farmi fare la sauna. Cucire il camoscio è una vera goduria ve lo posso assicurare, è morbidissimo. Niente a che vedere col denim.


6 - Finito con la cucitura sono passato a togliere l'imbastitura che è servita come guida. Togliere il filo è semplice e a seconda di come l'abbiamo effettuata può non richiedere l'uso delle forbici.


7 - A questo punto ci troviamo di fronte il capo tutto cucito ma con dei residui di tessuto inutile che può risultare scomodo una volta indossato ed esteticamente brutto. Con le forbici ho quindi tolto queste parti in eccesso, speculari perchè sono da una parte e dall'altra del gilet.
A questo punto il gilet è finto e pronto all'uso. Dal rovescio l'ho rimesso nel giusto verso.


Ecco qua il risultato. Facile no? Dopo ave passato un paio di pomeriggi a rimandare questa operazione per via del caldo torrido, alla fine mi sono deciso e sabato, prima di uscire con M, gli ho dato la botta finale.
E' sempre divertente cercare di creare qualcosa di nuovo da qualcosa di vecchio. Oltre a risparmiare si da modo a un capo di abbigliamento di vivere più a lungo. Che senso ha buttare via qualcosa che può sempre essere modificato e utilizzato? =)


Una foto di dettaglio, tanto per gradire. Prima che ne uscisse una decente ce n'è voluto eh.

Buona giornata a tutti quanti.

38 commenti:

  1. Che bravo che sei Rano!! ;)
    Shonwer

    RispondiElimina
  2. Ciao Shonwer! E grazie tante anche della visita, che mi fa sempre tanto piacere.

    RispondiElimina
  3. Ma sei bravissimo, complimenti, adesso ha una linea molto più attuale e gli hai dato una nuova vita.

    RispondiElimina
  4. Ma non farà caldo con questo gilet?
    In ogni caso complimenti!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie RANO!!! :) ...purtroppo la strada da fare è dura... a volte la predisposizione fisica... e l'impegno mentale sono innati! :D :D ... però ormai da settembre potrò iniziare a lavorare per bene senza aver fretta! :) :) ...in questi mesi ho fatto opera di "salvataggio" :D :D eheh ma ci spero! :)

    ...PS: Bravo! Hai fatto un bel gilet!!! ...ma ora sveli i tuoi segreti al pubbligo blogger? :D :D ... o dai lezioni? :) Complimenti! :) KISSSS

    RispondiElimina
  6. @LORAN: Grazie Loran! Hai anche notato che adesso è più snello di prima! Pur avendomi detto che non ti intendi molto di queste cose hai fatto una bella osservazione nel cogliere quel dettaglio!

    @DADO: Beh si, soprattutto con la camicia. Credo che lo userò in inverno o a breve per la trasferta in Polonia, che pare faccia freddo da quelle parti!

    GUY: Macchè opera di salvataggio dai! Non sei mai stato messo male tu! Suuuuu! La predisposizione va bene, ma è più importante la determinazione! Credimi!
    No no, per adesso lezioni non ne ho, mi piace solo mostrare come faccio le cose, può essere sempre d'aiuto a qualcuno che passa da qua!

    RispondiElimina
  7. Quoto assolutamente la tua filosofia del "non buttare via le robe vecchie, ma rimodernizzarle". Io sono ancora dilettante in queste cose, ma mi piace molto prendere i capi, anche quelli appena comprati in un negozio, e dare loro un dettaglio in più, personalizzandoli. Spero dopo il mio viaggio a Londra di migliorare nell'arte del taglia e cuci :) Comunque il tuo risultato è molto bello.
    www.fashionsensation.wordpress.com

    RispondiElimina
  8. Viaggio a Londra? Che bello, quella città è sempre una grande ispiraizone. Si trovano un sacco di cose che in italia si sognano. Vai a studiare moda a Londra per caso?
    Grazie del complimento!

    RispondiElimina
  9. Hai un'estro e un'inventiva PAUROSA! ti sta una favola davvero bello complimenti!E' addirittura meglio di un capo appena acquistato in negozio.
    =)=)

    http://beautifuldirtyfashiongirl.blogspot.com/

    RispondiElimina
  10. Squisito e più che mai attuale, anche se non di stagione.
    Hai le mani di fata pure, o leggi mani di fata? In ogni caso, è assodato, sei da sposare!!! e poi ti sta un ammore.... :)

    RispondiElimina
  11. Complimenti! anche io sono una di quelle persone che non buttano via i vestiti, proprio non ce la faccio :D spesso riesco a dare loro nuova vita, magari con l'aiuto di qualche sarta, perché io col cucito non è che sia questo genio...! Non è mai troppo tardi x imparare :D

    RispondiElimina
  12. Sì vado a fare un corso di moda a Londra, ne parlerò nel prossimo post sul mio blog. bacio!

    RispondiElimina
  13. @MARIACHIARA: Ciao bella! Prima di tutto grazie ancora della bellissima conversazione di oggi pomeriggio! L'ho apprezzata davvero un sacco. Sei molto gentile nel dire che è meglio di un capo appena comprato!! Cerchrò di non montarmi la testa.

    @MAUROBATTAGLIA: Eh lo so che non è molto di stagione, ma sai, le cose ti saltano fuori quando meno te lo aspetti! Quindi boh, forse si, ho le mani di fata. Quando ci sposiamo?

    @CHEARLY: Verissimo, siamo sempre a tempo a imparare, basta solo un pò di voglia, una volta che comincia usare la macchina per cucire, se davvero ti piace la moda, non te ne stacchi più! Qualche creazione da mostrarmi?

    @FASHINOSENSATION: Uhhhh quanto ti invidio. Io dovrei cominciarne uno a ottobre e già fremo! Kiss kiss.

    RispondiElimina
  14. E' fantastico! Bravisssssssimo! ♥

    RispondiElimina
  15. @VERONICA & CHIARA: Grazie infinite a entrambe ragazze! =)

    RispondiElimina
  16. Dai che carino che è... complimenti quando ti ci metti riesci afare cose proprio carine :)

    RispondiElimina
  17. wowowowwo! ma sei stato bravissimo!!!
    Io non so neanche attaccare un bottone! -____-

    Eh il gilet, è davvero molto carino.... magari per quest'autunno però, mi fai abbassare la pressione solo a guardarti...ghghghgh!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  18. adoro i capi vintage!!! e tu sei riuscito a rendere attualissimo questo gilet!!! non è scontato ma ha assunto personalità! bello e complimenti... trovare un ragazzo che cuce a macchina e si diletta in queste cose non è pr semplice!!! bravo!!! baci aly

    RispondiElimina
  19. @MAJIN: Ti ringrazio Majin! Apprezzo moltissimo i tuoi commenti sai?

    @GUADY: Come tutte le cose basta cominciare! Anche attaccare un bottone alla fine diventa automatico! Sono daccordo sulla stagione! Adesso non è assolutamente il momento di vestirsi in quel modo! Pensa a me che per scattare la foto me lo sono messo addosso! =) GRRRR!

    @ALICE: Adesso ha una forma a Y che secondo me è l'ideale per un capo di questi tipo, prima era molto pià largo sui fianchi! Mio nonno era abbastanza ticcio!
    Con la macchina per cucire mi diletto e per il momento mi diverto! =) Grazie per essere passata!

    RispondiElimina
  20. @Rano: si non mi intendo molto di moda per quanto riguarda le ultime tendenze o quello che fanno gli stilisti, però mi piace quardare i programmi che ne trattano in televisione e i blog.
    E una volta (anche se non sono bravo come te e non saprei come usare una macchina da cucire) ho tolto le imbottiture alle spalle di una giacca anni ottanta (Armani direbbe che l'ho destrutturata) e ciò messo un pomeriggio perchè non erano delle semplici spalline di gomma piuma, ma erano diversi strati di tessuto cuciti insieme e poi cuciti alle attaccature delle maniche, così sono riuscito a metterla per qiualche tempo, adesso mi è passata un pò di taglia e anche il colore forse non va più molto, è un salmone-arancione che sembra uscito da un video di David Bowie di quegli anni.

    RispondiElimina
  21. Wow, ne è uscito un lavoro veramente fantastico! Sei parecchio talentuoso, complimenti! ;)

    RispondiElimina
  22. Rano, ma tu cuci??? Wow non lo sapevo, ma sei bravissimo!! E' da un pò che penso al fatto di poter comprare una macchina da cucire, ma non so se poi è così semplice imparare... Tu che dici?

    RispondiElimina
  23. Quanto sei bravo! Sai usare addirittura la macchina da cucire!!! Ti invidio: io con ago e filo sono una frana!
    Baci tesoro :-***

    RispondiElimina
  24. @LORAN: Beh ammiro un sacco le persone che come te si informano. Io sono come te. Devo capire le cose che mi trovo davanti per aver modo di poterne parlare liberamente e farmi una mia idea!
    E poi...giacca salome-arancione??? Ma è fantastica!! In giro non ne ho mai viste...altrimenti l'acrei presa al volo!

    @SAFE: Ciao Safe e grazie per il "talentuoso", diciamo che passo il tempo per il momento. Mi piace imparare e un pò di esperienza non fa mai male!

    @COCO': Ebbene si...non creo abiti per il momento, ma spero di avivcinarmici presto. Si inizia con poco. Prima si prende confidenza con la macchina, si vede qualche video, si leggiucchia qualche libro, e poi si prova! Altro non c'è da fare.
    Imparare è molto semplice. Ora non pensare di fare tutto in poco tempo, come in tutte le cose c'è bisogno di pratica, ma ti assicuro che se ti piace la moda, uno si diverte un sacco. Scegliere la stoffa è motivo di gaudio per me! Si spende pochissimo e ci si diverte per ore!
    Vuoi mettere la soddisfazione che ho provato nell'essere lodato per i miei papillon?

    Di macchine per cucine se ne trovano di tutte le razze, un pò come per i cellulari. Per iniziare basta anche una da pochissimo o anche usata. Te le consiglio. All'inizio basta che ci siano le funzioni base.
    Pensa che la mia è di mia mamma e non l'ha MAI usata. Che spreco!

    Fammi sapere se ti serve una mano ok?

    @BAILING: Sei troppo gentile sorellona! Vorrà dire che quando ti incontrerò ti faccio un corso accelerato! ok? Un bacio anche al consorte!

    RispondiElimina
  25. Se una volta passi per Roma te la regalo, anche se forse dovrai rimetterci le mani per adattarla come taglia.:)

    RispondiElimina
  26. @LORAN: Guarda...se la seconda persona che nel giro di pochi giorni mi invita a Roma! Alla fine vengo per davvero! mi state facendo venire la voglia di partire! =)
    Che taglia porti? o portavi?

    RispondiElimina
  27. Wow studendo!!
    Concordo con MariaChiara.

    "Che senso ha buttare via qualcosa che può sempre essere modificato e utilizzato? =)"

    Vallo a spiegare a questa società del consumismo sprenato...

    RispondiElimina
  28. E' una cosa che neanche io capisco sai? Basta guardarsi intorno e c'è gente che sta fissa a spendere. Piace un sacco anche a me prendere cose nuove, ma ultimamente penso anche a risparmiare e ho capito che sviluppando un minimo di competenze si riesce davvero a farlo, basta ingegnarsi un pò.
    Pare che se esci di casa e non ti compri qualcosa sei l'ultima ruota del carro. Ma chi l'ha detto che per essere al passo coi tempi devi per forza prendere quello "che usa ora"?

    RispondiElimina
  29. Anche il tuo è un ottimo lavoro! Stasera hai avuto l'approvazione pure delle mie cugine! =) Sto spargendo il verbo!

    RispondiElimina
  30. Roma è una città molto bella anche se un pò caotica, poi in questi giorni sembra di stare nella giungla amazzonica per quanto fa caldo e umido.
    La giacca è una taglia 50.

    RispondiElimina
  31. Cavolo complimenti davvero...

    RispondiElimina
  32. Posso immaginare, chiedevo in questi giorni a un amico che tempo facesse a Roma e ha detto la stessa cosa!
    Taglia 50...mmmm...posso farcela, il gilet di mio nonno era una 54!

    @LAURA: Buongiorno Laura! Grazie anche a te.

    RispondiElimina
  33. Sei stato bravissimo! Io sono veramente incapace con la macchina da cucire, quindi spesso mi faccio aiutare da mia zia per cose complicate. Ma tu sei stato creativo, hai riutilizzato un capo vintage a cui eri affezionato e lo ha rivalutato! Bravissimo :D

    Giulia
    http://theredgirlsmile.blogspot.com/

    RispondiElimina
  34. @GIULIA: Credo che tutti debbano rivalutare quello che hanno senza correre nei negozi alla prima occasione. Anche il periodo dei saldi io non lo capisco...pare si debba spendere per forza!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...