28 settembre 2010

Chanel - Fall-Winter 2010/2011

Premetto che sono arcistufo della Settimana della Moda, ho rischiato seriamente di schiantare la testa sulla scrivania dopo che ho visto per lo meno 3 volte gli shooting delle sfilate di Milano e non solo, non perchè siano brutti gli abiti ma perchè li so a memoria!
Io non sono andato a Milano. Mi sarebbe piaciuto moltissimo, ma le mie poche finanze attuali hanno dato la priorità ad altro. Inoltre che ci andavo a fare? Senza invito non vai da nessuna parte. Anzi, se qualcuno sa il segreto per farsi chiamare ditelo anche a me!
Io ho seguito questa settimana della moda attraverso i vari blog, c'è chi c'è andato di persona e chi ha scovato foto in giro e le ha commentate. La cosa che mi è dispiaciuta davvero è che ero curioso di leggere in diretta i commenti del sito ItFB, ma nessuno ne ha parlato, nè gli amministratori, nè la prof., nè coloro che quando il sito è nato hanno dato la loro disponibilità.
Peccato sul serio, vista l'importanza della settimana.

Ma veniamo a noi.
Questo post era in cantiere da prima che partissi per la Polonia e adesso che siamo alle porte dell'autunno ho deciso che era il momento giusto per qualche considerazione sulla moda invernale di Chanel.
Invito quindi tutti quanti a guardare il video della sfilata. Tranquilli, dura pochissimo.


Come sempre le idee per i post mi vengono girando per il web, e dopo aver scovato alcune delle foto riguardanti questa sfilata ne sono rimasto affascinato. Non potevo non scrivere due righe al riguardo.

Come prima cosa, non appena ho visto la forte presenza della pelliccia, ho cercato di scoprire se fosse vera oppure no. Perchè ok la moda e ok i bei vestiti, ma per creare qualcosa di esclusivo e di forte impatto non c'è assolutamente bisogno di utilizzare pellicce vere. Poveri animaletti pelosetti!
Con mio grande piacere ho letto su Girl Power che Karl Lagerfeld, detentore dei diritti del marchio Chanel, ha affermato pubblicamente che le pellicce sintetiche secondo lui sono molto più chic delle altre perciò le ha utilizzate per le ultime creazioni.
Sospriro.

Per essere una modella credo si debba avere esperienza, giusto? Oppure arrivare sulla catwalk deviando in qualche camerino e offrendo servizi di altra natura, ok. E questo è risaputo. Ma avete notato che queste modelle non sono molto abili nel camminare sui tacchi? Osservazione di bassa lega me ne rendo conto, ma ovviamente prima dello show vengono fatte delle prove con gli abiti addosso, ma nessuno si è reso conto che camminare in quel modo rovina l'immagina generale dell'abito?


La prima considerazione che c'è da fare riguarda la spettacolare scenografia che caratterizza come ogni volta le sfilate di Chanel. In occasione del fall-winter Lagerfeld e il suo staff ha utilizzato questo grandissimo iceberg poggiato su un'ampia pedana cosparsa di acqua.

L'altro punto a favore della sfilata è senza dubbio la scelta della musica che alternandosi di volta in volta richiama, secondo me, proprio l'ambiente dei ghiacci artici. Fa venire freddo sul serio.
A parte però l'eleganza indiscussa del marchio dalle doppie C, questa collezione ha la pecca di essere per la maggior parte molto difficile da usare. Dove sia possibile utilizzare gli abiti qua proposti io non saprei davvero. Una critica quindi per l'utilizzo. ok che è Chanel e che non tutti possono permetterselo ma almeno qualcosa di un po' più versatile potevano darcelo, no?
Resta però una bellissima collezione che ha saputo utilizzare i colori invernali e mischiarli ai classici intramontabili della maison parigina (chi di voi non vorrebbe una 2.55 cosparsa di pelo?) . Non stravedo per il marrone, ho qualcosa ma non lo indosso quasi mai, è un colore davvero troppo invernale e non riesco mai ad abituarmici. Stavolta, vuoi che Lagerfeld ha utilizzato delle pellicce, vuoi la bellezza di alcuni abiti, ho apprezzato moltissimo questo colore. Non ci posso fare nulla,  ha sempre un certo effetto su di me.
Quando è amore è amore.



Trovandomi spesso di fronte a dei maschietti non manco mai di guardarmeli per bene. Non sono per niente male, vero? Pure vestiti così, mannaggia a loro! Molti fan della maison hanno definito questa collezione come la collezione per "uomini delle nevi" per la somiglianza con lo Yeti. Forse non avevano torto, perchè non credo che vedremo mai nessuno in giro vestito in questo modo, per lo meno non io a Livorno, ma anche in altre città dubito che un total look simile possa spopolare. 
Saranno sicuramente difficili da portare ma a me piacciono un sacco. Ma tanto tanto eh. Che poi, tutti si son messi a criticare, ma anche i negozi di vintage hanno iniziato a mettere di nuovo fuori stivali con il pelo in questa maniera! E non è da escludere che gli stivali pelosi siano il nuovo trend di questo inverno.
Meditate e poi fatemi sapere ok?

Colgo anche l'occasione per invitare tutti quanti voi a seguirmi su BLOGLOVIN e TWITTER.
Mi farebbe un sacco piacere e in più mi aiutate a sostenere il blog! 
Fate la buona azione su! 



39 commenti:

  1. Secondo me le modelle poverette camminavano male perche' la pedana era costituita da ghiaccio semi-sciolto se mi ricordo bene.
    Sai che anche io quando avevo visto queste immagini ero inorridita al pensiero di tutti gli animaletti scuoiati ed ero andata subito a cercare info?!?
    Bravo zio Karl per l'ecologia!
    Pero' questa collezione la trovo bruttissima a parte gli accessori: le borsette cubetto di ghiaccio e le piccole 2.55 bianche sono un sogno!!!
    IN internet gira un video divertentissimo in cui uno stylist di un noto giornale di moda americano gira per NY in total look yeti per vedere le reazioni della gente!
    Lui continua a dire "It's Chanel!" e la gente continua a guardarlo come se fosse uscito da un ospedale psichiatrico!!!
    Se ritrovo il link te lo mando!

    Riguardo al segreto per partecipare alle sfilate sono due: o le conoscenze o la faccia tosta.
    Una blogger deliziosa che ho conosciuto a Milano mi ha detto che lei e' riuscita spesso ad imbucarsi, ed anche Rock and Fiocc si e' imbucata al super esclusivo party di Ferragamo.
    Ma sono sicura che se ci provassi io farei subito una colossale figuraccia!
    Io i miei inviti li ho avuti da un amico che lavora nel gruppo AEffe, ma sono sicura che scrivendo con largo anticipo agli uffici stampa dei singoli stilisti qualcosina si riesce ad ottenere, ormai invitare blogger e' diventata una moda!

    RispondiElimina
  2. Ciao caro!!!
    E' sempre un piacere leggere i tuoi post...Forse xkè scrivi tutto quello che passa x la mente anche a me!!!! :D Anche io purtroppo nn sn andata a milano e anche io penso:che andavo a fare che intanto nn mi caga nessuno???Col lavoro poi purtroppo nn ci sn riuscita...e va be... :-( Abbiamo seguito dal pc...dai vari blog...e beati loro io penso!!!! Un bacio caro!!! Buona gironata *_*

    http://anyannachiara.blogspot.com

    RispondiElimina
  3. @BAILING: Sorellona!! Ma che bellissimo post! La tua reazione di fronte alle pellicce me la immaginavo sai? Fortuna che Karl ha avuto cervello e ha usato quelle finte.
    Per il video ho visto quello dove c'è Karl in giro per la città che scatta foto ai modelli, la notizia dello yeti vestito Chanel mi manca e se la trovi devi assolutamente mandarmela, sono troppo curioso!
    GLi accessori sono belli davvero, ci sono quelle 2.55 che le vorrei tutte quante. Quella a cubetto di ghiaccio è la più carina...ma volendo guardare alla praticità che cavolo ci metti dentro? I Chewingum forse!

    Per le sfilate io non ho nè le conoscenze nè la faccia tosta quindi mi sa che continuerò a vedermele seduto sul letto di camera! =( Ma anche volendo contattare gli uffici stampa che gli dico?? "Ciao sono un blogger vorrei venire alla sfilata??", mi pare strano!

    @ANNACHIARA: Beh sono contento di far voce anche ai pensieri di qualcun'altro. Vuol dire che le mie non sono del tutto stupidaggini! Stare in mezzo al casino non so se mi sarebbe piaciuto, ma vedere una bella sfilata è uno sfizio che prima o poi mi dovrò togliere!
    Buona giornata anche a te.

    RispondiElimina
  4. Già confessato che di moda ci capisco giusto vicino a 0, (leggere zerovirgola) quindi non posso commentare. Ma la scenografia, essendo di estrazione teatrale, la guardo e come. E secondo me è grandiosa. Peccato per la poca affidabilità della passerella (andrebbe provato il tacco su fondo scivoloso e poi capire cosa passa per la mente delle impassibili modelle) ma ha un fascino tutto suo. E la musica azzeccata. Ho visto un maglione su un modello che mi è piaciuto. Ma si sa... l'ultima parola la lascio al mio fashio coach ^^'
    Ciao
    Johan

    RispondiElimina
  5. Proprio non riesco a farmela piacere questa sfilata, dai, non è nello stile di Chanel, lei sicuramente si sarà rivoltata nella tomba!
    Ma come, lo stile essenziale, pulito e androgino che contraddistingue il marchio Chanel è questo che l'ha reso famoso.. androgino ok, ma non peloso.. il pelo fa uomo e direi che tu sei stato stregato dai fustacchioni pelosi e dalla firma, non dalla bellezza o dalla rigorosità sartoriale dei capi, che qui proprio non vedo! Sulla location niente da dire è fantastica ma la collezione è proprio da esquimesi fashion!
    Se le finanze mi permettessero di comprarmi un capo Chanel, ti assicuro che questa collezione non la toccherei nemmeno, salvo solo la minibag in plexiglass e un abito smanicato color panna dell'evidente stile Chanel (si vede nel 4:15 minuto)!
    Karl io lo ammiro tantissimo ma stavolta secondo me ha fatto un buco nell'acqua, in questo caso si parla bene di Chanel solo perchè c'è un mito dietro, che però bisogna fare attenzione a non far cadere!

    http://mayahasnoname.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. @DEAROSE: No guarda, questo te lo posso assicurare, io sono uno che non vede solo la firma o i modelli. I maschietti pelosi non sono affatto belli, a parte il cappotto che c'è nella seconda fotografia.
    C'è da dire che usando le pellicce non era molto possibile che si rimanesse fedeli alla poetica di Coco, e quando si passa la palla a qualcun'altro il rischio si corre sempre.
    A me è piaciuta per l'eccentricità, perchè poi come ho detto la trovo un pò inutilizzabile a parte forse gli accessori. Ormai c'ho il callo per queste cose, mi aspetto sempre di vedere nelle passerelle "quel qualcosa in più", quindi non mi scandalizzo mai.
    Se avessi soldi neanche io prenderei la collezione, per quanto Chanel faccia delle bellissime cose, e non lo dico solo perchè un marchio famoso sennò mi metterei alla stregua di queste bimbette sceme.
    Grazie mille del commento Dea! =)

    @JOHAN: Anche guardare la scenografia e ascoltare la musica fa parte di tutta la baracca eh! E il super mega iceberg piace molto anche a me! Trovo anch'io divertente l'idea di poter sapere cosa passa nella testa delle modelle, che secondo me sono comunque in pericolo!
    Fammi sapere cosa ne pensa il tuo fashion coach!

    RispondiElimina
  7. Si i vestiti da uomo delle nevi non penso siano molti adatti alla città mi immagino ad indossarli sugli autobus o sulla metropolitana di Roma, dopo un paio di giorni uno assomiglierebbe a quel grandi topi delle rive del Tevere, però i ragazzi meritano, daltronde karl ha un gusto insuperabile oltre che per i vestiti.

    http://scorpioitalia.blogspot.com/2010/09/baptiste-giabiconi.html

    RispondiElimina
  8. la scenografia, la musica, lo spettacolo sicuramente colpiscono e fanno effetto! E' anche vero però che difficilmente vedrei un uomo vestito cosi in situazioni di tutti i giorni in città ^^ Comunque come al solito un post interessante :D

    RispondiElimina
  9. riguardo ItFB.... stenderei un velo pietoso! che è meglio!

    Riguardo gli ometti (strafighi) delle foto....bè, si, neanche io mi ci vedrei Ciccino in quelle vesti, però concordo sul fatto che "il pelo" sta tornando di moda!
    E la cosa non mi dispiace affatto.
    Poi, per una freddolosa come me!!!
    L'importante è che non inizia ad andare di moda anche "il pelo" sulle gambe, t'immagini??? aaaaah Che schifo!!!!!
    Anche se per noi donzelle sarebbe una tortura in meno!!!!

    Ciao caro un bacio.
    PS: Twitter Blogloving.... per me sono ancora elementi tabù.... ma ci arriverò un giorno! ^__^

    RispondiElimina
  10. devo dire che in foto questa collezione non mi aveva particolarmente entusiasmata. La scenografia rende davvero tutto molto più spettacolare e non c'è davvero nulal da dire: ben fatta! per il resto concordo sulla scarsa portabilità dei capi, se non in Siberia dove accidenti si potrebbero indossare. Per le modelle invece... penso che camminassrro male per via del pavimento bagnato, e stessero attente a non scivolare!

    RispondiElimina
  11. @LORAN:Si trasformerebbero in toponi giganti, che può avere anche i suoi lati positivi..ma non ci giurerei. =)

    @JESSICAMURA: Come ho detto io forse gli accessori o qualche singolo capo potrebbero andare, ma il total look assolutamente no. Ti immagini lo scomodo?

    @GUADY: Ok, si stendiamo un velo pietoso. Però sono curioso davvero, voglio vedere come procede adesso la cosa.
    Guarda che se il pelo torna di moda a me può fare solo piacere...ho una perversione che arriva a vette altissime, forse è per questo che quei maschietti li mi hanno colpito! Quindi ti dirò...e peli sulle gambe possono anche fare comodo!
    Per Twitter forse posso anche capire, ma bloglovin è davvero comodissimo. Ti consiglio di provarlo.

    @PUNKIE: difatti va visto più come spettacolo, come ogni volta che ci troviamo di fronte ad una scenografia come questa. Allora si apprezza di più.
    Io critico le modelle in generale, a volte sembrano che non sappiano manco camminare, se portano i tacchi poi!!

    RispondiElimina
  12. @Rano: trovo le tue considerazioni in questo post tutte molto interessanti.
    Concordo sul colore marrone....un po' meno sugli stivali di pelo...non credo che a questo mi potrei abituare!!!
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  13. sai che io non ho neanche mezza cosa marrone? non mi piace proprio come colore, mi fa venire in mente... ehm!

    RispondiElimina
  14. Questa sfilata a me è piaciuta da morire in termini scenografici, in quanto adoro la spettacolarità di Lagerfeld, ma la collezione in sè mi ha delusa davvero. Si è discostato totalmente dallo stile di Chanel, riprendendo magari il teilleur e cercando di dargli un tocco più innovativo, ma perdendo quella classe e quella raffinatezza che erano tipici di Coco.

    Per le sfilate, bè nemmeno io sono riuscita ad andare, per motivi scolastici, però un po' di inviti li ho ricevuti, grazie a conoscenze varie. Purtroppo, a meno che non ti piantoni fuori dalla sfilata e fai gli occhi dolci agi organizzatori, ho paura che se non hai conoscenze non puoi farci molto. Infatti, mi chiedevo anche io come hanno fatto tanti blogger quest'anno a partecipare a tutte quelle sfilate che stanno pubblicizzando anche sui loro blog!!

    RispondiElimina
  15. @GIROVAGA: Credo che per il colore si sia basato sulla realtà...voglio dire, un animale con la pelliccia viola non esiste! Ecco perchè marrone, bianco e nero! A gli stivali pelosi ti ci abitui se vai a sciare...ma in città no di certo.

    @CLAUNELGARAGE: Ehm si...ho capito cosa pensi! =)

    @FASHIONSENSATION: Secondo me è un bel lavoro fare lo stilista, solo che si deve davvero avere molta inventiva, se poi ci si mette a capo di una maison come Chanel ancora di più, quindi posso anche comprendere che si sia discostato, per scelta o per volere, dalle idee principali. Poveretto. C'ha pure una certa età!
    Anche io mi sono chiesto come mai tutti quanti pare siano andati alle sfilate...si vede che tutti conoscono le persone giuste. Lungi da me fare lunghe file o andare a leccare il culo di qualcuno, non ci penso neanche. Vorrà dire che dovrò farmi amici particolari...!

    RispondiElimina
  16. Grazie per il tuo commento nel mio blog, molto interessante ^^ Comunque ti seguo anche io! A presto :D
    http://onthemarry-go-round.blogspot.com/

    RispondiElimina
  17. @GAYLE: Chanel is fantastic!

    @JESSICAMURA: Ma figurati!

    RispondiElimina
  18. Ciao!
    Chanel per me si avvicina all'optimum, insieme ad un altro paio di brand. Qualunque cosa sfili in passerella, uomo delle nevi, stivali pelosi e quant'altro assume un fascino mai visto. Ora, forse siamo condizionati dalla doppia C, quindi tutto ci appare fantasmagorico, o questa casa di moda ha una sapienza tale da stregarci tutti?
    Io parteggio per la seconda ipotesi.
    La classe si riconosce, sfortunatamente per qualcuno.
    p.s. Ho cominciato a leggerti da un pò, mi piace come scrivi e come affronti gli argomenti :)
    Pam

    RispondiElimina
  19. @PAM: Ciao Pam e benvenuta, sono molto contento che tu abbia iniziato a leggermi con interesse sai? Fa sempre tanto piacere sapere che ci sono persone che amano leggere.
    Per quanto mi riguarda posso affermare che se Lagerfel è dov'è ora lo deve alla fama che Coco si porta dietro ormai da anni, perchè è lei la vera innovatrice, non lui. Lui allunga il brodo!
    In secondo luogo adoro Chanel si per lo stile, ma cnhe perchè per me è davvero inarrivabile e a meno che io non trovi una replica davvero fatta bene dubito che riuscirei ad avere una 2.55 originale!
    Ma i miracoli esistono sempre no? =)

    Spero tornerai presto.

    RispondiElimina
  20. Such an inspirational campaign! Uncle Karl always knows how to make the twist!

    RispondiElimina
  21. L'originalità della collezione è da premiare. La scenografia, le musiche un successo, uno spettacolo se messe a confronto con molte sfilate noiose, ripetitive, con musiche, a mio parere, poco azzeccate. Tuttavia, come ben dici tu, la collezione è difficilmente indossabile. E' azzardata, eccessiva. Non capisco se paragonare l'essere umano ad un uomo delle nevi sia un colpo di genio o una perdita assoluta in fatto di eleganza e charme. Valeria
    http://www.luggageandhighheels.blogspot.com/

    RispondiElimina
  22. @FRODO: Very strange and very adorable at the same time! =)

    @VALERIA: Gli abiti pelosi non credo siano molto eleganti. Quelli delle ragazze si, ma per i ragazzi no di certo! =) Confesso che l'uomo "delle nevi" può anche avere i suoi lati positivi! Grazie mille per la visita!

    RispondiElimina
  23. anche per me leggerti è un vero piacere- colgo appunto l'occasione per dirti che il saper camminare sui tacchi è la base della formazione di una modella, oltre che un punto determinante delle sfilate, quindi sono d'accordissimo con te sulle modelle che non li sanno usare e non credo che sia una leggerezza! si potrebbe scrivere una storia della costruzione sociale della femminilità solo osservando la loro camminata(le cadute delle modelle così come lo strano modo in cui le donne cinesi camminavano coi piedi fasciati ad esempio..)

    p.s. quando mi insegni qualcosa riguardo a come si usano i blog, le grafiche ecc. oppure riguardoi ai meeting dei bloggher??? sono un po' una tabula rasa su ste cose :D

    RispondiElimina
  24. Giuppy guarda non so che dire! Mi fa molto piacere che possiamo condividere le nostre idee!
    Trovo molto belli i tacchi ok, ma non credo debbano essere necessari, invece pare che tutti debbano mettere queste povere criste su tacchi altissimi o far indossare scarpe ai limiti dell'assurdo, col rischio di far rompere loro una gamba!
    Anche quella di fasciare i piedi alle cinesi è una tortura di nulla!!
    Poi vabbè te lo dice uno che vorrebbe un sacco infilare i piedi dentro le Atacoma! =)

    P.S: Al PS ti rispondo sul tuo blog.

    RispondiElimina
  25. sì ma infatti quando dico costruzione sociale della femminilità potrei anche dire "costrizione" sociale e sarebbe lo stesso. camminare con difficili tacchi e dissimulare con un'apparente leggiadria come anche i piedi delle ballerine classiche costrette a sembrare leggere.
    sto cercando la tua mail per chiederti qualche consiglio ;)

    RispondiElimina
  26. devo dire che aborro questo stile..

    RispondiElimina
  27. ero convintissima che fossero animali veri e son felice che non sia così !!!!
    Molte collezioni che vediamo sulle sfilate son difficilmente indossabili tuttavia soprattutto in America già l'inverno scorso era pieno di persone con capi simili quindi qualcuno lo indosserà sicuramente,non è il mio genere anche se ho trovato qualcosa che metterei :)

    RispondiElimina
  28. @GIUPPY: La penso esattamente come te, ma come ha detto M in settimana "le scarpe per una donna vado in base a quanto vogliano soffrire in quel momento" ...se poi queste donne lo fanno di lavoro!
    Grazie della mail, spero ti sia servita.

    @PICCOLOLORD: Buonasera e bentornato! Immaginavo che questo stile non ti sarebbe piaciuto!

    @FRANCESCAC: Im america si mettono addossi di tutto, quindi non mi stupirebbe che andassero in giro vestiti da zombie! =)
    Cosa metteresti?

    RispondiElimina
  29. Ammazza! Pochissimo?? :D il primo video dura 9 minuti!! :D :D ... ... cmq quei ragazzi sono troppo coperti non credi? :D Vabbè che adesso cè la collezione inverno...però non esageriamo :D :D ...qualche "scopertura" ci vuole! :D

    Tante grazie per le congratulazioni Rano! :) :)
    PS: io già ti seguo da tanto su Twitter! :) Siamo amicissimi! :) Ciauuu

    RispondiElimina
  30. no guarda ti assicuro che le sfilate sono belle ma da style.it!
    un macello di gente ( e sorvoliamo sulla tiplogia), corse da una sfilata all'altra, stress... no no!
    l'unica cosa che quando sei lì è sempre un'emozione...
    va bene una sfilata, ma tutta la settimana no!
    per non parlare dei party... ho fatto sciopero!
    e peccato per le modelle....sempre più grucce, ma vabè...

    RispondiElimina
  31. @GUY: Eddai su, nove minuti non sono chissà quanto! Si...anche io penso siano troppo coperti, ma è anche inverno dai! Vediamo se Karl nella prossima li scopre di più!

    @LUCIA: Si, ho letto parecchio al riguardo, ma poi alla fine c'è chi racconta la cosa come se fosse la più figa al mondo e fa passare le sfilate come qualcosa di esclusivissimo a cui solo loro hanno accesso. Come ha detto qualcuno nei post precedenti, pare che alcuni lo facciano più per dire di esserci stati che un reale interesse per la moda.

    RispondiElimina
  32. Non mi ha convinta molto questa collezione..... di solito trovo + cose che mi piacciono!!

    @GUY: Posso prendermi la libertà di dirti una cosa...? Almeno la foto del profilo.. io la cambierei... :|

    RispondiElimina
  33. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog e ho letto gli ultimi post che hai pubblicato..trovo bello questo spazio dove si può parlare anche facendo critiche e non solo "che bella la tua borsa"! La sfilata di Chanel (in video visto che da comune mortale non avevo speranze di assistere dal vivo) la trovo molto bella...probabilmente come dici tu essendo un marchio lontano dalle mie possibilità fa crescere la sua importanza!
    Inoltre sono d'accordissimo con il Fake Fur..gli animaletti restano vivi e noi possiamo stare al caldo lo stesso!
    A presto...ti seguo

    http://chicneverland.blogspot.com/

    RispondiElimina
  34. @CHEARLY: Ma parli di Chanel? Se è per questo anche io posso dire che era migliore quella dell'anno scorso, non c'è dubbio!
    Per GUY non ti preoccupare...a qualcun'altro può piacere eccome!

    @SARAHBIANCHI: Beh è quello che io chiedo al mio blog, quello di poter aprire confronti tra persone in modo da conoscerci meglio. Se volevo un blog di soli outfit probabilmente pubblicavo solo foto come molti altri fanno. Le sole foto non hai idea di quanto mi annoino. E anche i commenti tutti uguali. a cosa servono? Pare invece che siano molto gettonati e che molti blogger siano alla ricerca di cose simili.
    Un blog deve anche raccontare la vita!
    Chanel ha da sempre un ruolo determinante nella mia vita. E non per i vestiti, perchè non ne ho nessuno. Ma per la persona che ha reso possibile tutto questo. Una donna che ha saputo far parlare di se non solo per le cose che creava.
    Spero di trovarti ancora tra le mie pagine. =)

    RispondiElimina
  35. Sisi lo so Rano... mica mi scandalizzo :D è che non mi sembrava tanto di buon gusto come biglietto da visita, ma dato che de gustibus.... ;)

    RispondiElimina
  36. haha Rano! mi fai morire! è la prima volta che entro in questo blog e sono certa che non sarà l'ultima, anzi! :-) Ti sei guadagnato una lettrice fissa! Condivido tutto tutto :-)

    In realtà ero passata di qui perchè ho letto il tuo commento su "Chic che non impegna" e volevo davvero risponderti hihi Finalmente qualcuno l'ha detto: i sandali con i calzini fanno schifo!!! hihi

    Ciao Ciao,

    Amo ♥

    RispondiElimina
  37. @CHEARLY: Non so se per curiosità hai fatto un salto sul blog di GUY, quella foto è parecchio nello stile del blog, ma il contenuto è tutt'altro che volgare| Te lo assicuro. =)

    @AMORIMGABRIELA: Benvenuta tra queste pagine allora e lasciami dire che puoi tornare tutte le volte che vuoi, a me fa solo piacere.
    Davvero sei passata per quel commento? Beh sappi che l'ho scritto con tutta sincerità e poi è vero! Il calzino con i saldali, vuoi oi tacchi o no sono una roba orrenda.
    Un bacio.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...