23 settembre 2010

Considerazioni sulla moda


Nessun trend, nessun outfit stavolta da commentare. Solo qualche mia esternazione sul mondo della moda.
Un po' come quello del teatro è un mondo molto affascinante, pieno di luci, persone, bellissimi abiti e eventi mondani che fanno gola a moltissimi.
Ma quello che si nota in entrambi i casi è che manca la totale collaborazione. Volendo parlare di moda e di fashion blog, ci sono delle cose che davvero non approvo minimamente.
  • Nella moda tutti affermano che non devi per forza conoscere ogni collezione e ogni stilista, ma poi vieni preso per un pezzente se non sai riconoscere al colpo d'occhio un abito.
  • Tutti coloro che affermano che la grande firma è solo un vezzo, in realtà ucciderebbero per avere qualcosa di firmato.
  • Tutti pronti a sbandierare il low cost ma sui blog c'è chi affermando questo propone quelle 3-4 foto di articoli firmati in bella mostra.
  • Ho notato che se scrivi un post lungo e interessante ti commentano in 3 gatti. Mentre tutti vogliono sempre più commenti.
  • Pare sia d'obbligo postare per ogni outfit quelle 12-13 foto, sennò chi legge può non aver ancora ben chiaro come sei vestito. Cosa che considero ancora più pesante di un post lungo...magari se non leggi può darsi che invece ci sia scritto qualcosa di interessante. Le foto son quelle.
  • Pare diffuso che per postare outfit o sono foto fighe o sei figo tu...il resto è spazzatura.
  • I più intelligenti trovo siano gli utenti anonimi che senza firmarsi si mettono sul podio a sparare sentenze senza neanche conoscerti...e criticano pure la cartina sul marciapiede quando non trovano altro su cui sparare veleno.
  • All'estero ci sono ragazze con uno stile impareggiabile a volte non belle e con un fisico non da modella. Come mai allora in italia la più famosa è Barbie?
  • I giveaway. Com'è che c'è la gara a chi è più seguito? Si vince un premio?
  • Spesso i fashion bloggers non si rendono conto che quando vengono contattati via mail da certi marchi è per avere pubblicità gratuita senza guadagnarci mai nulla. E questo non è giusto. 
  • Per ultimo, ma non certo per importanza, l'invidia. Molti però non sono disposti ad ammetterlo.
Come ho detto altre volte, lo stile e il gusto nel vestire non si misurano cambiando ogni giorno abito, o fare shopping folle (vuoi di lusso oppure no). Si misurano vivendo ogni giorno in modo semplice e vestendosi secondo l'esigenza, non come se dovessimo andare in passerella dopo cinque minuti o sottoporsi a un servizio fotografico (ammesso di avere sempre qualcuno che ci corre dietro per farlo).

50 commenti:

  1. condivido in pieno quello che hai detto! sai che volevo scrivere un post del genere? ci sono tantissime altre cose da dire!!! purtroppo la moda.. è solo questione di business ... i talenti vengono lasciati al di fuori! basta che sei conosciuto.. così da garantire un pò di vendita! tutto il resto non importa! bel post! bravo!

    RispondiElimina
  2. ciao rano... che dire? un bel pugno allo stomaco questo post!!! bravo mi piacciono le persone dirette e senza peli sulla lingua!!! intanto che leggevo i tuoi punti più andavo avanti e più mi domandavo se anche io fossi entrata in questo circolo vizioso!!??
    quasi con angoscia!!!
    spero che il mio blog rispecchi semplicemente la mia personalità ...mi preoccupo poco di tutto il resto!!!
    sicuramente approvo moltissime tue considerazioni... ma ognuno è libero di sfruttare questo mondo un po' come meglio crede..no??
    rano...tu insegui i tuoi obbiettivi senza preoccup di come cercano di "arrivare" gli altri!!!
    è un consiglio sincero :)

    un bacione e buona giornata caro :* :)

    RispondiElimina
  3. @MEL: Immagino di si, io stesso sono convinto che ci siano altre cose che non ho scritto. Che ne dici se mi mandi le tue idee per mail e vediamo cosa ne tiriamo buori?
    Siamo daccordo che la moda sia business, vero, ma le persone hanno un cervello e spesso chi ha un blog sono persone comuni non fogli di carta o etichette. Se vuoi la mia opinione sincera è che oggi tutti vogliono un tipo di riconoscimento, se poi per averla devi metterti in mostra in tutti i modi possibili, non importa. L'importante è che tu sia riconoscibile e che tutti parlino di te.
    Personalmente ho sempre pensato il contrario. Preferisco più l'originalità alla quantità.

    @ALICE: Beh io sono così, scrivo quello che penso. Non mi va di fingere di essere quello che non sono, se vedo cose che non mi piacciono lo dico apertamente.
    Quello che volevo è proprio questo, che le persone si facciano delle domande e possano migliorare. E' vero che siamo in un paese libero ecc. ecc. ma qualcosa di tuo devi pur raccontare. E non tutti sono pronti per questo salto.
    Il mio blog è così proprio perchè rispecchia il mio modo di essere, le mie ambizioni, i miei pensieri e le mie passioni. Fine.
    Un bacio anche a te.

    RispondiElimina
  4. certo .. ti scriverò una mail :) purtroppo sono in ritardo.. al mio ritorno ti scriverò sicuramente tutto quello che penso a riguardo :) anche perchè la pensiamo allo stesso modo :) a dopo allora :)

    RispondiElimina
  5. Come ben sai il mio punto di vista è assolutamente vicino al tuo.. non lo so.. a me sembra che tutta questa sovraesposizione, questa "considerazione"che viene data ai blog (per quanto riguarda le aziende che li contattano o i giornali) non faccia altro che svilire il tutto, sarò sincera, a me la settimana della moda ha già rotto le palle, non tanto per la moda di per sè, ma per il trattamento che le viene riservato nei blog e sui vari twitter delle blogger, sembra più che siano interessate a prenderne parte per poter dire "io c'ero" piuttosto che per un reale e genuino interesse per la moda..

    RispondiElimina
  6. Caro rano!!! mamma mia come concordo pienamente con te...A volte trovo delle cose scritte..terribili!!!Tra i commenti dei"simpatici anonimi"... e tante altre cosine di cui hai già parlato tu...davvero un bellisismo post!!Bravo!!! Un abbraccio *_*

    http://anyannachiara.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. guarda la penso come te in tutto e per tutto! sei stato davvero esauriente, non avrei altro di meglio da aggiungere!
    anzi... una cosa sì, ma è una considerazione generale: viviamo in un paese assolutamente non meritocratico, dove la quantità è sempre preferita alla qualità (cosa che non appreovo) e superficiale. che tristezza!

    RispondiElimina
  8. @MEL: Benissimo allora, sono curioso di leggere la tua mail. E mettermi all'opera.

    @ELENAD: La penso come te. E' appena iniziata e già non ne posso più. Alla fine non sai manco più a che cosa dare retta. Penso che molta gente sia li solo per poi postare delle foto sul blog e dire di esserci stata. E' vero però che se uno non ha la passione della moda che ci va a fare a Milano?

    @ANNACHIARA: Io personalmente i commenti anonimi non li ho mai cancellati, come invece fanno quasi tutti, perchè tutti vogliono solo bei commenti. Penso invece che anche gli altri debbano leggere come si esprime la gente e come può essere stupido un atteggiamento simile.

    @PUNKIE: Se hai colto l'allusione quando parlo di Barbie mi riferisco a una persona in particolare, che non ha nessun merito, ma solo dei genitori e un fidanzato con un sacco di soldi. E per sfortuna nostra nel nostro paese le cose funzionano in questo modo.
    Altro fatto quello delle foto. Come tutti vedete anche a me piacciono molto, ma che senso ha postarne 20 tutte uguali??

    RispondiElimina
  9. la prima cosa intelligente che leggo dopo mesi. complimenti

    RispondiElimina
  10. Hayhay!
    How are you? Your blog is great and I love your style! I'm glad that I've visited yours.

    Please, check mine, & maybe we can follow eachother? + join my giveaway!

    Thanks and love,
    Cindy

    RispondiElimina
  11. mi trovi completamente d'accordo in ogni tuo punto... in particolar modo quella in cui sostieni che all'estero ci sono ragazze davvero meritevoli con uno stile unico che sono diventare delle style icons pur non essendo le più belle, mentre in Italia ne abbiamo una che a mio parere non è così talentuosa, ma ha un seguito pazzesco perchè è bellissima e ha i soldi... una bella domanda che mi pongo da tempo.. Anche la storia dei giveaway non l'ho ancora capita... cioè, cercano di "comprarsi" un seguito invece che meritarselo!? Poi beh ci sono alcune che fanno il giveaway anche per promuovere giovani stilisti, il che è positivo invece. E l'invidia non può non mancare, ma d'altronde quella non c'è solo nel mondo della moda. E' un piccolo vizio purtroppo diffuso in ogni settore.
    Bel post!

    RispondiElimina
  12. Come in tutte le cose, mio caro, è sempre questione di stile!!

    RispondiElimina
  13. ehi.. praticamente avete riassunto tutto nei commenti! :) te la mando lo stesso la mail.. anche se il succo del discorso è lo stesso :)

    RispondiElimina
  14. Non so proprio da dove partire a scrivere! Ci sono tantissime cose che hai affrontato e in tutti i punti sono completamente in sintonia con te!
    Posso rispondere ad alcuni punti che mi hanno colpita, il fatto che qualsiasi cosa tu indossi che sia di lusso, low cost o vintage, è il tuo stile ma come tale non può essere sbandierato se non sai indossarlo. E' inutile indossare un abito solo perchè lo indossava la "Barbie" di turno, se lo vedi addosso alla "Barbie" non è detto che sia il tuo stile, questo non è fare moda ma essere un gregge di pecore!
    Ah, la Barbie! Quante cose avrei da dire su questo argomento, mi limito solo al fatto di esternare che certa gente non si merita quello che ha costruito solo grazie ad altre persone o anche per un altro motivo, i soldi! Secondo me, quella è spazzatura!
    ...Italia, Paese in cui vige la legge del guadagno e non della meritocrazia...
    Parlando di blog... Se apri un blog di moda ovviamente devi saper intrattenere i tuoi lettori. La foto per me funge da "cornice" al mio racconto, si parla anche di lifestyle non solo di "come mi sveglio la mattina" e di "come mi vesto quotidianamente"! Ecco secondo me chi usa miriadi di fotografie, magari anche tutte uguali, con questo bisogno di ostentare il lusso, come nella maggior parte dei blogger italiani, lo fa esclusivamente per il fatto che non è capace di intrattenere a parole.
    il problema di fondo è che oggi giorno si fa fatica a trovare un blog serio come il tuo che mette al bando argomenti così importanti e fa interagire i suoi lettori.
    Altra cosa importante sono i lettori, maggiormente si aggirano sui 15/20 anni, molte volte non arrivano nemmeno a 20 e secondo me oltre che frustrante è anche una cosa umiliante se dei bimbiminkia di turno vengono a importunarti e criticare il tuo lavoro (il più delle volte anonimamente, perchè non hanno le palle di mettersi in gioco mostrandosi, come noi facciamo pubblicando noi stessi) nel nostro blog!
    Non capisco il fatto che solo noi pecoroni italiani sappiamo commentare in maniera incivile sui blog! Per cosa poi lo si fa? Io proprio non lo concepisco.
    Sfido tutti a cercare un commento offensivo in blog famosi europei(non italiani, l'abbiamo già detto) o americani! Non lo trovi, se non per il fatto che parlano male della Barbie.. e fin lì.. nulla da ridire.. :D
    Apparte gli scherzi, grazie caro per avermi fatto sfogare! Argomento e post molto interessanti!
    Bacioni! :)

    http://mayahasnoname.blogspot.com/

    RispondiElimina
  15. @GLAMOURBBEY: Thanks a lot for your visit, I will visit your blog with more interesting!

    @FASHIONSENSATION: Secondo me la tizia (di cui non vale la pena manco scrivere il nome per non portargli ulteriori visite) secondo me non è neanche bella, per nulla, somiglia a Barbie ma incontronfo vince sempre la bambola. Fossi in lei non so neanche se mi piacerebbe essere paragonato a qualcosa che è di plastica. La gente la segue perchè gira un sacco e fa lo shopping che tutti vorrebbero fare. Solo che non tutti hanno i soldi da buttare come fa lei.
    Quanto al giveaway io sono daccordo quando dici che alcune lo usano per comprare i lettori. Appoggio in pieno l'idea di poter promuovere nuovi artisti ma che la gente si metta di punto in bianco a regalare la roba così tanto per fare mi suona davvero strano.

    @LAURA: A che cosa ti riferisci?

    @MEL: Davvero l'abbiamo fatto? Vabbè dai, a me interessa comunque il tuo punto di vista personale! Son sempre qua eh, mica scappo! =)

    RispondiElimina
  16. @DEAROSE: I tuoi commenti mi elettrizzano mio dio!! Vederli mi fa pensare "ohhh allora quello che scrivo piace!".
    Per rispondere a quello che tu dici voglio dirti che trovo davvero bello quando persone come te si sentono coinvolte dal modo in cui scrivo e dagli argomenti che tratto. Sono dell'idea che è sempre meglio avere meno commenti ma quelli che ci sono che siano degni di nota.

    Per quanto riguarda l'Italia io ormai sto aspettando tutti i quanti i blogger al varco. Le bimbette che credono che basti avere una borsetta di Pinko e scattarsi delle orrende foto col cellulare prima e che si credono delle gran fighe, non dureranno per molto. Scrivono 2 o 3 post e poi tutto finisce. Tutto questo perchè qua da noi si pensa sempre che un blog serio non ci vuol nulla ad averlo, quando invece non è così. Gli argomenti devono essere ben scelti, equilibrati con i lettori, le foto devono raccontare qualcosa di più ampio, e non lo smaltino di Kiko che una s'è comprata al centro commerciale con l'amica.
    Quindi si, siamo dei pecoroni. Altrimenti non si spiegherebbe come mai sono apparsi dal nulla tutti sti blogger che arrivano sul tuo fanno copia e incolla di un commento che apparirà uguale su altri 100 nella speranza che qualcuno si metta a leggerli. Quando mi capita questo io li valuto. Se scrivono poco per lo meno le foto devono essere fantastiche. Il più delle volte però do tempo qualche settimana e poi non li guardo più. Perchè perdere tempo con qualcosa che non ci piace?

    Stesso discorso per Barbie. Finchè postava le foto andava anche bene, benchè i contenuti fossero sempre imbarazzanti quanto vuoti, adesso che ha avuto la classica "botta di culo" ha veramente passato il limite. E sinceramente essere celebre per essere una che spende fraccate di soldi, che studia quando gli fa comodo, e arrivare dove sono per il solo fatto di avere un bel conto in banca, non è quello che voglio.

    Sposo l'affermazione tua nel dire che quando ci son toppe foto significa che non hai niente da dire. Quindi mi chiedo....quando ti stancherai (o farai stancare) delle foto che fine farà il caro bloggettino?

    RispondiElimina
  17. concordo pienamente!!!!!!!!
    Per quanto riguarda Barbie poi stendiamo un velo... Carina quanto vuoi ma nessunissimo talento, anche sarei capace di "barbieggiare" se avessi soldi, regali dagli stilisti e qualcuno che mi fa sempre le foto.
    Una che alle 9.30 del mattino gli apri il blog e ha già postato L'"outfit del giorno" (con foto sicuramente scattate i giorni precedenti, ovvio) mi fa proprio ridere tristemente, con un "Mav@ff@...." tra i denti.
    Come il Post <>.
    Volevo chiederle quando si sarebbe decisa a trovarsi un lavoro vero, ma non riuscivo a lasciare il commento perché non mi funzionava il link. Forse la rete aveva intuito che il mio commento sarebbe stato negativo!!!!!! :D

    RispondiElimina
  18. NB: avevo messo tra virgolette una frase ma non è stata pubbicata... era il post " chiedetemi quello che volete".
    scusa rano!!

    RispondiElimina
  19. hai trasformato in parole scritte i pensieri di molti ed io, personalmente, non posso che condividere tutto quello che hai scritto... dall'inizio alla fine. Quando si parla di blog un po' mi sento chiamata in causa e ci tengo a precisare che non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. Almeno per quanto mi riguarda il blog è un semplice angolino virtuale dove condividere la mia ossessione per la "moda" con altre persone che non mi guardano come se fossi una pazza o un'oca. Lungi da me poi il pensiero di erigermi a modello o esempio di stile, così come ad esperta del settore... ho già un lavoro che mi occupa gran parte della giornata, il blog è la mia valvola di sfogo...
    Per quanto riguarda la meritocrazia... sarò pure un'illusa ma mi piace pensare che esista, anche in Italia...

    RispondiElimina
  20. @MEL: Hi hi ti ho anche risposto...e stamani vedo di rispondere anche all'altra che mi hai mandato!

    @CHEARLY: Come ho già detto secondo me non è neanche particolarmente carina, inoltre come persona non mi pare neanche sto granchè, quindi la bellezza passa totalmente in secondo pieno!
    Credo che chi le fa le foto la pensa come lei, altrimenti non gli dedicherebbe tutto quel tempo.
    Quanto alla domanda che volevi fargli forse non ti avrebbe neanche risposto per com'è fatta. Se in un modo o nell'altro lei riesce a guadagnare facendo qualche fa, non credo gli prema molto avere un lavoro serio.
    WE! non scusarti più! Non hai fatto nulla di male, coi commenti succede sempre casino...io mi scordo pure le lettere!

    @ANGELA: Beh non p mia intenzione di solito fare di tutta l'erba un fascio, ma la maggior parte dei blog che sono stati aperti adesso non hanno la minima cura. Competenza oppure no si vede spesso una grafica pacchiana con colori orrendi e poi la serie di foto.
    E' vero, il blog è un posto personale dove raccontare le proprie storie e mostrale le proprie foto, però è anche vero che va curato e non è certo postando ogni giorno con una frequenza assurda che ti avvicini ai lettori. Solo pochi ci riescono.
    La meritocrazia...boh...io non credo ci sia ancora. Forse si, forse no. Nono ho avuto molti riscontri ultimamente.

    RispondiElimina
  21. leggi questo post
    http://www.trendandthecity.it/2010/09/24/generazione-designer-tutti-possono-anche-noemi-letizia-diventa-stilista/

    calza a pennello con quello che ti ho scritto nella prima mail!
    oddiooo non si possono sentire queste cose!

    RispondiElimina
  22. Oh mio dio no! La cocca del PAPI stilista? Dopo aver provato a cantare mo' fa pure abiti. Ecco vedi? Ti pare che se non si fosse portata a letto il Premier sarebbe dov'è ora?

    Che schifo.

    RispondiElimina
  23. Penso che in questo post sei andato più in profondità di come dice il titolo.
    Più che considerazioni sulla moda sono sugli esseri umani e come si comportano in certe situazioni.
    Come in molti settori compresa la moda ci sono persone con superiorita di conoscenze o di denaro vere o presunte che siano che discriminani gli altri per accrescere il loro valore agli occhi del mondo.
    Su internet vista la mole di informazioni si tende ad essere sempre di più pigri e come diceva Baldassarre Castiglione nel "Il Cortegiano" ad avere una conoscenza di molte cose ma solo superficiale, quindi si preferisce vedere le foto che leggere dei lunghi post che obbligano a leggere e riflettere.
    Internet poi è piena di persone frustrate che dicono cose in un modo aggressivo e vigliacco forti dell'anonimato cosa di cui non avrebbero il coraggio di fare di persona.
    Di invidiosi è pieno il mondo sono figli della sorella della madre dei cretini, ma a differenza di questi ultimi che non sanno di esserlo e vivono felici, loro lo sanno eccome, e la loro giusta punizione è proprio soffrire per questo, quindi non c'è ragione di pensarci al massimo di compatirli cosa che ha loro fa ancora più rabbia.
    insomma a molte cose della vita bisogna farci il callo e andare avanti.
    Bellissimo post perche rivela le idee di una persona, cosa non scontata oggi giorno.

    RispondiElimina
  24. ahaha :) mi fai ridere troppo :) comunque è vero.. è uno schifo!

    RispondiElimina
  25. @LORAN: I frustrati esistono dappertutto. Ma io non ce l'ho con chi lascia quei commenti, se potesse nascere una riflessione insieme a loro la farei anche, il casino è che chi commenta molla quelle 3-4 righe dove ti offende, e poi nulla. E così è troppo comodo. Penso anche io che tutto dipenda dall'invidia, c'è poco da fare. Internet è comodo, ma per il fatto che fa sembrare le persone per quello che non sono, ha creato dei mostri.

    @MEL: Con calma ti rispondo alla mail. E' lunga e non voglio buttar via parole in fretta e furia.

    RispondiElimina
  26. purtoppo è tutto vero, ma mi fa sorridere :)la gente è convinta che avendo un blog di moda possa fare successo e diventare un'icona di stile!bah!

    RispondiElimina
  27. è uno dei post più belli che abbia letto

    RispondiElimina
  28. @ALICE: Beh un'icona puoi anche diventarlo, ma devi averne veramente tanto di stile. Inoltre non deve essere lo scopo primario!

    @LUCIA: Ti ringrazio, lo apprezzo molto.

    RispondiElimina
  29. Un temperamatite Chanel? Cielo solo tu potevi averne uno :p

    Non seguo moltissimo i fashion blog, in realtà il tuo è l’unico che seguo, quindi sull’argomento non so molto anche se in generale molte delle cose che scrivi si possono applicare alla rete intera e non solo a chi si occupa di moda.
    PS per quanto riguarda il punto 4 molti ho notato che passano per i blog tanto per farsi vedere e più alla caccia di un commento sul loro blog che non per un interesse diretto ecco perché poi come noti in un punto successivo se il post è lungo i commenti languono…

    RispondiElimina
  30. ok.. non ti preoccupare... fai con calma! :)

    Majin79.. è vero.. infatti in molti blog.. trovi tantissimi commenti.. tutti con su scritto "grazie per essere passata" "anche il tuo blog è carino" "ti seguo anche io" e più una caccia a crearsi nuovi followers che altro! che triste! per non parlare di quelli che si fanno pubblicità.. lasciando commenti con sotto il link del loro blog! mah!

    RispondiElimina
  31. @MAJIN: Ebbene si. Un appuntino per matite di Chanel, trovato su ebay l'anno scorso! Non potevo lasciarlo lì poverino!
    P.S: Mi chiedo come si faccia ad accattivarsi un lettore con un unico commento. Quando il post è lungo da leggere spesso nessuno lascia quei tipi di commento altrimenti si capirebbe troppo che è stato lasciato senza leggere davvero cosa c'è scritto. Tristezza.

    @MEL: Tranquilla lo farò.
    Quelli che mollano il link sotto al commento non li capisco manco io. Nessuno gli ha detto che basta cliccare sul nick name per visitare il blog?
    Oppure c'è pure chi segue te affinchè poi tu visiti il loro blog e li segui a tua volta. Che mentalità astrusa.

    RispondiElimina
  32. è vero! addirittura io una volta ho commentato il blog di una ragazza che non seguivo.. e questa è venuta sul mio e mi ha scritto "ci seguiamo a vicenda?" oddiooo... eppure come un'idiota sono andata sul suo e l'ho "followata" anche se in realtà il suo blog mi piaceva.. e la seguivo lo stesso silenziosamente (così come ho seguito te e molti altri) :) e lei subito dopo ha "followato" anche me! mah! che strategia!

    RispondiElimina
  33. Bravo Rano... sono in linea con molte cose che hai detto sai? Continua così! ;)
    P.

    httP://youhavetodigoutyourself.blogspot.com

    RispondiElimina
  34. @MEL:Vabbè dai Mel, sei in tempo per rimediare. Ogni tanto un bl repulisti ci vuole davvero. Seguo e commento solo chi mi interessa davvero.

    @PASQUALELUDOVICO: Davvero lo sono? Mi piacerebbe moltissimo conoscere il tuo punto di vista.

    RispondiElimina
  35. Mi riferisco al fatto che secondo me se c'è qualcosa da salvare nel mondo della moda è la creatività, quella vera che esprime concetti,materiali,soluzioni innovativi. Che se c'è qualcosa di salvare nella moda fatta dalle persone e nel web è il contributo che può dare in questi termini (di originalità e freschezza). Ma queste cose, nella moda come nella gestione di un blog e nella vita di tutti i giorni si trovano nella ricerca della nostra propria via, non nell'appiattirsi copiando altri o mostrando capi firmati.

    RispondiElimina
  36. Credo sia sacrosanto quello che hai scritto.
    Soprattutto, credo che la "moda" e i "vestiti firmati" debbano essere indossati nei contesti opportuni.
    C'è gente che per venire a scuola mette i libri nella borsa Chanel e viene con un foulard di 450 euro.
    Ci sono luoghi e luoghi.
    Come hai detto tu, la moda non è solo vestirsi sempre come se dovessimo fare sfilate di moda ogni giorno. =)

    RispondiElimina
  37. @LAURA: Mi trovi daccordo perfettamente. Al di la che a qualcuno possa piacere seguire ogni dictat della moda e fare spese ogni settimana, secondo me quello che manca è la ricerca. Nessun blogger cerca di essere innovativo in qualche modo. Qua da noi ci si limita a comprare comprare comprare comprare, per colpa di sto cavolo di consumismo, senza però mai trovare il modo di fare altro.
    A me la moda piace come fonte di ispirazione e di costume. Certo di creare cose con le mie mani, di vedere il lato critico, di capire, studiare, comprendere come vengono fatte le cose. Di qual'è il nuovo trend non è che mi importi molto. Trovo che comprare delle cose solo perchè qualche stilista ha buttato giù un'idea è da stupidi...eppure se ti guardi intorno c'è pieno di gente che ragiona così, che magari compra roba orrenda ma basta di averla.

    Vogliamo parlare di questi stivaletti a mezza gamba di ecopelle che nessuno dalla scorsa primavera ha smesso di portare, neanche in estate?? E ora che dopo Chanel...tutti si son messi a fare stivali con la pelliccia??
    No comment guarda.

    @ANDROMEDA: Poi c'è anche chi al contrario va a scuola ed esce il sabato sera come se fosse sceso dal letto, ossia senza la minima cura della persona pensando "Tanto vabbè...". Secondo me la gente non sa più che cavolo fare e per colmare i loro vuoti esistenziali copre temporaneamente tutto quanto spendendo per cose che non servono.
    Bella società eh?

    RispondiElimina
  38. Questo post mi piace molto, ho letto anche tutti i commenti e mi trovo d'accordissimo con voi!
    Quando si parla di low cost, vengono sempre menzionati Zara e H&M ma io non li trovo così tanto low cost... Ma davvero ci sono così tante persone che storcono il naso di fronte ai mercatini ?
    La famosa Barbie è solo fortunata: ha i soldi con cui riesce a comprarsi armadi interi, era già da piccola "famosa" e di certo gli agganci non le sono mancati, ha un fisico considerato perfetto ed è bionda. Io personalmente non la stimo e nemmeno la odio, perchè lei non può farci niente. Mi spiego meglio: chi nasce e cresce nel lusso, non conosce il valore dei soldi e quindi i 3000€ per ogni Chanel non gli sembrano uno sperpero. Che questo sia ingiusto non lo dubito, ma anche noi se fossimo abituati così non riusciremmo a cambiare idea se non per qualche forzatura (tipo perdere tutta la ricchezza).
    L'unica cosa che non mi piace riguardo la questione "Barbie" è il fatto che venga presa a modello appunto la classica barbie, il fatto che molte persone non si creano un fashion blog solo perchè "tanto non ho le cose che ha lei" o che pur avendolo si credono inferiori perchè non vengono invitate alle sfilate, hanno la pancetta o non collezionano Balenciaga... Ma stiamo scherzando?! Noi dobbiamo raccontare ciò che siamo! Dobbiamo essere prima di tutto noi stessi! Se ci piace farci le foto senza trucco oppure vestiti strambi siamo liberissimi di farlo! Poi se ci criticano, che importa? Non si può piacere a tutti ...
    Secondo me la cosa migliore sarebbe prendere spunto da ciò che ci colpisce dentro(e non da ciò che è elogiato) indipendentemente dal fatto che ce l'abbiano tutti o no. Facendo così, potremmo vestirci senza condizionamenti, anche con abiti che vanno di moda, ma non risulteremmo mai banali! Perchè se un vestito lo sentiamo nostro si vede! E di certo non sceglieremmo mai obrobri solo perchè firmati.
    Non capisco poi perchè debba esistere l'invidia, non dovrebbe essere una gara a chi ha più follower... Anzi dovremmo stimarci gli uni con gli altri, perchè siamo accomunati da una passione(che può essere la fotografia, la moda, i prodotti di bellezza)...
    Per quanto riguarda la pubblicità, io non trovo sbagliato cercare i blog con una tematica simile alla nostra per leggere come si raccontano e desiderare che quelle persone dicano un pò ciò che pensano di ciò che racconti tu... Certo scrivere solo "ciao, mi segui?" è brutto, almeno dire la propria sull'argomento del post!
    A presto :)

    RispondiElimina
  39. sono oscenamente d'accordo su quasi tutti i punti che sottolinei relativamente ai fashionblog e relativamente alla moda e ai modaioli. Pensa, rifiuto persino l'appellativo di fashionblogger o di appassionato di moda se no devi rientrare nelle norme di chi si pretende guru della moda e allora io mi occupo di stile e non di moda, lo stile coinvolge più vasto e che non coinvolge solo i vestiti. inoltre non ti costringe alla schiavitù dal quì e ora.

    RispondiElimina
  40. p.s. hai notato come i modaioli/e-meglio se stilisti, modelli, fotografi ecc- tendono a riconoscersi e farsi complimenti quando poi segretamente ognuno è convinto che il proprio gusto sia il più figo di tutti mentre gli altri son poveri cialtroni? poi se fai parte del mondo regna il silenzio e il continuare, malgrado tutto, a sopportarsi e riconoscersi, mentre, se sei un semplice appassionato ti vomitano addosso giudizi e commenti :)

    RispondiElimina
  41. @ELENYTADIVA: Dio mio! non so da dove iniziare. Per il low cost sono daccordo con te, parli con uno che spesso va ai nego di usato oppure cerco su ebay. Le cose firmate piacciono a tutti, ma per me vige sempre la legge che se spendo meno va meglio.
    Barbie è Barbie e non ci possiamo fare nulla. Tutti ormai sanno quanti soldi abbia, ma come ho scritto in una mail ieri a una ragazza, fossi lei mi vergognerei dell'immagine che do...quella di una ragazzina viziata e con una carattere vuoto. A quel punto dove se li mette tutti i suoi soldi?
    I follower piacciono a tutti quanti, ma io per diventare uno di loro devo capire che dietro a un blog c'è una persona con un cervello. Se una mi posta un servizio fotografico al giorno non ci provo nemmeno.
    Io sono per la collaborazione. Quindi se sei di questa idea un giorno fammelo sapere.
    Parlare della Barbie fa male a tutti. E non vale la pena sprecare il nostro tempo dietro a una che manco si prende la briga di rispondere ai suoi commentatori.

    @GIUPPYDAURA: Benchè ai raduni ricopro quel luogo manco io mi sento un vero e proprio fashion blogger. Il fashion blogger è quello che scrive di moda, commenta abiti e stile e tutto il resto...mentre la maggior parte della gente considera fashion blogger quello che scatta 15 foto al giorno e le mostra al mondo intero...e poi per forza i post diventano pallosi e vuoti di ogni spunto riflessivo.
    Il mondo della moda è un mondo dove conta l'apparenza, non ci sono ne amici ne nulla, ma solo cose che non hanno valore ma che gli viene attribuito a forza.
    Preferisco essere aperto al dialogo.

    RispondiElimina
  42. Hai proprio ragione :)
    E poi, che se ne parli male o in maniera adulante, si fa cmq pubblicità a questa ragazza.
    Certo che sono per la collaborazione, a presto!

    RispondiElimina
  43. E soprattutto non se la merita.
    A presto allora.

    RispondiElimina
  44. Ho appena divorato il tuo post, i commenti e il blog in generale. Cosa posso aggiungere a ciò che altri hanno scritto sicuramente meglio di come potrei fare io? Essendo una "neofita di blog" l'impatto iniziale è stato con i siti più conosciuti e seguiti... Puoi immaginare il mio sconcerto nel constatare che io non avevo nulla a che spartire! Oltre ad avere ormai 27 anni pure io ( a proposito, AUGURI), e quindi non fare una vita che girasse necessariamente intorno allo scattarmi foto dalla mattina alla sera con outfit sempre diversissimi (beata vita universitaria!) avevo l'impressione di leggere solo banalità e ovvietà e la maggior parte delle volte scritte in una lingua completamente diversa dall'italiano. Ora che mi sono messa a cercare più in profondità ho scoperto delle belle realtà, come la tua, dove l'interpretazione e la personalità la fanno da padrone!

    RispondiElimina
  45. Carissima Holly mi fa moltissimo piacere che per l'appunto hai commentato questo mio post. Il mio intento è proprio quello di puntare il dito contro coloro che "perdono tempo", passami questa espressione, a postare solo e soltanto foto.

    Una cosa però che non ho scritto, e che forse è la peggiore di tutti, è che ci sono anche coloro che per fare quelli fighi si inventano inviti esclusivi a party ed eventi quando invece basta mandare una mail e quindi può partecipare chi vuole.
    Tutti vogliono mettersi in mostra e arrivare alla notorietà, ma chi vuole davvero intendersi di moda non lo dimostra certo cambiando abito ogni giorno.

    RispondiElimina
  46. Innanzi tutto ti ringrazio del commento e dell'attenzione. Invece in merito alla tua risposta ti vorrei chiedere una cosa: ma credi davvero che alla lunga l'improvvisarsi Blogger o Fashion icon (come amano definirsi) sia positivo? Io lavoro da anni nel settore della moda e ho capito veramente poco ma una cosa è chiara (aaaaahhhhhhh!!!!) a tutti: non ci si improvvisa a fare nulla, tanto meno a decidere cosa è di moda questa stagione e cosa no piuttosto che a decidere che da oggi delle scarpe, orrende fino ieri, siano di moda. Dire di avere partecipato a questi eventi e di essere state invitate dal direttore di turno in persona non solo è un mezzuccio per far sbavare chi per timidezza, insicurezza o semplicemente per non conoscenza, non vi partecipa ma è anche il modo per urlare al mondo: io c'ero e dunque sono! Mi fa tristezza questo; io ho sempre amato la moda e ora, con qualche anno di esperienza in più, dico che viverla come un divertimento è la cosa migliore: prendere tutto sul serio e vivere la scrittura sul proprio blog come un lavoro e con una convinzione eccessiva, non porterà a nulla. In giro ci sono persone talmente preparate e competenti che non hanno certo bisogno della mia approvazione per promuovere un prodotto rispetto ad un altro. Se invece il tempo e la fortuna porteranno alcune meritevoli ad avere successo ben venga per loro ma sarà comunque merito di un talento che sarebbe emerso a prescindere da un blog o dalla partecipazione ad un party!

    RispondiElimina
  47. Putroppo sono la maggioranza. La mia è sicuramente una passione. Non credo che scrivere un blog mi porterà mai dei soldi. A meno che, certo, non si scriva per siti importanti, ma anche in quel caso si deve fare la gavetta e dimostrare di saper scrivere.
    Si bene non è certo buttandosi addosso abiti che si detta una moda, figuriamoci poi se marchi importanti hanno bisogno di alcune foto su un blog per poter fare della pubblicità.
    Nel caso di coloro che postano tonnellate di foto ogni giorno è sicuramente per esibizionismo, e chi modera i commenti dimostra solo di non essere capace di affrontare commenti negativi o offensivi. Qua è tutta una corsa ad avere più commenti e più followers. Fine.
    Quello che piace a me invece è vedere le cose come vanno davvero e criticare anche in modo feroce qualcosa che non mi piace.
    Nessuno mi ha mai invitato a party esclusivi, vuoi perchè sono un maschio, vuoi perchè non sono a Milano, quindi spostarmi mi costa fatica e soldi.
    Se poi vogliamo vedere chi è più seguita finisce sempre col rivelarsi essere coloro che hanno più soldi e che possono permettersi roba costosa da sfoggiare con mille foto. Un pò come quando le bambine piccole giocano coi trucchi della mamma.

    Internet ha il pregio e il difetto di poter dare voce a tutti quanti. E in un attimo puoi fingere di essere quello che vuoi. Solo che chi ha un cervello si rende conto di cosa sia vero e cosa no.

    RispondiElimina
  48. Credo che chi è dotato di una coscienza critica, come la tua, trova sempre il modo di farsi notare, di avere qualcuno che lo ascolta e non perchè è in cerca della mera fama ma perchè vuole essere una voce ascoltata. Il bello dei blog è quello di poter dar voce a tutti indistintamente così anche chi nella vita reale non riesce a farsi sentire può mettersi in luce... La mia amarezza più grande è vedere che anche quello che nasce come uno strumento estremamente egualitario alla fine premi solo quelli che lo sarebbero o sono già premiati dalla sorte. E la colpa di chi è? dei lettori ovviamente, anche e soprattutto mia, perchè non ho saputo scavare ma mi sono fermata al primo livello, quello fatto di ragazze bellissime con altrettanto favolosi armadi. E io come ho reagito? Mi sono fatta abbindolare dalle doppie c o dalla nuova scarpa cool o chissà da cos'altro... Come posso pensare che qualcuno poi legga quello che scrivo nel mio piccolo se io stessa ho badato solo ad altre cose . Quando ho iniziato a scrivere il mio blog l'ho fatto per poter esprimere delle idee e delle opinioni a prescindere da chi le avrebbe lette e ho cercato il mio modo personale che tendenzialmente è quello dell'ironia, a volte godereccia altre volte amara, per farmi conoscere. Quando ora vedo che ho dei follower o dei commenti positivi sono sempre al settimo cielo perchè so che questo è merito solo mio (forse un po' anche delle borse stilose che metto vicino...). Questa è la soddisfazione più grande, avere ottenuto ascolto senza aver sfruttato la mia immagine o aver fatto cose ovvie per l'applauso finale. Credi che certe ragazze proveranno mai questa gioia? Non è una critica la mia, ognuno fa ciò che gli pare e che ritiene opportuno ma vivaddio speravo che fosse la volta buona e che i "nerd" avessero la meglio!
    PS: giuro che il primo party stiloso che ho ti invito, anche se sei un uomo!!!!!

    RispondiElimina
  49. Come sono felice che sei capitata sul mio blog! Lo sai? Non so descrivere il piacere che provo nel leggere commenti come il tuo. Come dici tu, mi fa molto piacere vedere che anche chi dietro alla moda mette il cervello e cerca di vedere in modo più ampio il fenomeno.
    Non devi rimproverarti se all'inizio ti sei lasciata abbindolare dalle blogger più conosciute, anche io son passato si li, ma continuo a dire che a me per quanto mi possano piacere gli abiti strani preferisco chi magari si veste al mercatino del venerdì ma che vede in modo critico quello che indossa.
    Chi invece compra vagonate di roba per esibirle e va in giro per il web facendo la figa che si intende di moda mi fa solo pena.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...