21 febbraio 2011

Lanvin for H&M from Lookbook.nu


Questo è uno dei famosi modelli di Lanvin disegnati per il mega store H&M che tutti conoscono.
Non ho mai parlato fino ad ora di questa collaborazione. In primo luogo per non scrivere quello che altre mille persone nello stesso momento stavano scrivendo.  Secondo perchè ho bisogno del mio tempo per sedimentare quello che vedo e dare un mio giudizio.

Sono più che favorevole alle collaborazioni. Di tutti i tipi. Ma quando si parla di moda e di qualcosa che va indossato ci sono delle cose da dover considerare e da non sottovalutare.

1. Il disegno: Credo che prima di ogni altra cosa un abito debba essere soddisfacente a livello visivo. Deve essere bello da vedere, a prescindere dai gusti personali.

2. Il colore: Sempre qualcosa di legato al gusto della persona, ma ci sono stili che stanno bene solo con alcuni colori. Entrambi devono essere in perfetto accordo.

3. Il taglio: Un abito deve essere comodo e "cadere bene". Troppo spesso mi sono trovato di fronte cose anche esteticamente graziose ma con un taglio e una vestibilità pari a un sacco mortuario! Per favore no! Chi crea abiti deve ricordarsi anche che poi qualcuno dovrà metterselo addosso!

4. La qualità: Ammesso che non si vogliano fare figuracce è bene che la qualità non sia scadente, non dico sopraffina, ma almeno decorosa si. Altrimenti finisce con abiti che si stringono, che si strappano, che cambiano colore. Brutte sorprese insomma.

Venendo alla capsule di H&M c'è una forte critica che devo fare a tutti quanti. Premetto che non vado matto per quel negozio, tutte le volte che sono andato non mi è mai riuscito di trovare qualcosa.
Come l'anno scorso fu la volta di Jimmy Choo, quest'anno è toccato a Lanvin.
Quello che mi è piaciuto pochissimo è tutta quella pubblicità su internet, ma forse è normale essendo due marchi conosciuti in tutto il mondo. Tutti i fan erano fuori di testa, tremavano nell'attesa di vedere quei vestiti, code interminabili dalla notte prima (un po' come quando esce il nuovo Iphone), c'era anche chi diceva che a qualunque costo avrebbe dovuto accaparrarsi uno di quegli abiti. Per forza. Un sacco di aspettativa, di pubblicità, di rumors, sembrava dovesse scendere Dio in terra!
C'è anche chi ha indossato indegnamente e in anteprima uno dei vestiti della capsule...

A Londra, la capatina da H&M ci stava tutta e sono entrato, curioso anche io di vedere questa collezione di cui tutto il mondo stava parlando.
Il mio commento? Roba da cinesi. Altro che Lanvin!

Disegno: A prima vista mi sono sembrati dei costumi (notate bene "costumi" non "abiti") da carnevale.

Colore: I colori forse sono la cosa che si salvano davvero.

Taglio e qualità: Cose strettamente legate secondo me. Considerando che il taglio di questi abiti è quasi privo di orli, possiamo vedere in modo evidente e con quanta facilità questi abiti si sfilacciano. A questo punto viene da chiedersi se vale la pena prendere un abito con una bella firma sapendo già che durerà pochissimo.

Dopo averli visti da vicino ho dovuto trattenere le lacrime delle risate ripensando a tutti quelli che con ansia hanno aspettato l'apertura dei negozi per comprare quei cenci. Saranno anche stati disegnati da Lanvin, con anche poca originalità secondo me, ma la qualità era pessima. O per lo meno, la qualità di H&M, che per i prezzi che fa di solito va anche bene, ma per questa...ha toppato di brutto.

Non parliamo poi degli accessori. Pura plastica. Che va bene forse per farci giocare le bambine piccole. Ma quando davanti a questa roba ci infiliamo il nome di uno stilista famoso tutto diventa magicamente la cosa più figa al mondo, quando invece in circostanze normali sarebbe l'opposto.

Spero solo una cosa. Che il danno sia stato contenuto.
C'è qualche vittima tra di voi? =)

40 commenti:

  1. Ciao Francesco
    a me il taglio fatto in questo modo del vestito nn mi piace, sicuramente era meglio se lo avevano allungato un pò il colore mi piace.ci sentiamo! =)

    RispondiElimina
  2. Stroncatura senza mezzi termini, così ci piaci :)

    RispondiElimina
  3. TOP! Come sempre TOP...e non aggiungo altro perchè hai detto tutto e perfettamente!

    RispondiElimina
  4. @ANCORAQUI: Allora guarda...il vestito che vedi in foto credo sia l'unico assieme ad un'altro giallo, che mi piacciono di più. Per lo meno si possono guardare!
    Il colore si, è il massimo.

    @RUSSEL: YEAH!!! SI!

    @CHUCKY: Un post un pò lungo forse...ma certe cose qualcuno le deve pur dire! E' per il bene comune,

    RispondiElimina
  5. quello è vero, l'hanno pubblicizzata troppo.
    Il vestito però è carino, anche se costano troppo le capsule collection per H&M

    RispondiElimina
  6. totalmente d'accordo! infatti credo che i francesi l'abbiano capito subito! dopo circa 1 mese e mezzo dall'uscita della capsule collection a Parigi c'erano tutti i pezzi INTATTi!! ahahahahah
    xoxo

    www.syriouslyinfashion.com

    RispondiElimina
  7. L'unico modo in cui potrei essere "vittima" di H&M sarebbe cadere da quelle tremende scale del negozio di Firenze. Dove neanch'io ho mai trovato un cencio da indossare, per altro (ma io sono una che sbotta se c'è da fare la fila ai camerini, quindi non faccio testo!Sulle 5 cose che magari avrei anche potuto provarmi lì, perché costavano poco, l'unica cosa che mi sia mai provata è stato un paio di bf jeans, e solo perché Paola e Ire mi hanno convinta!)

    RispondiElimina
  8. @LUCIA: Hanno pompato il prezzo solo per la firma perchè la qualità era davvero offensiva.

    @SYRIOUS: Per forza. Gli scemi siamo noi italiani...che appena sentiamo il nome di uno famoso che vende in una catena low cost ci illudiamo di guadagnarci qualcosa.

    @MUSA: Pure io!! Però a Londra hanno le scale modili...lì sono avanti in tutti i sensi eh! A me la fila non spaventa, anche se di natura sono uno a cui non piace aspettare. Tu almeno qualcosa hai provato...io neanche quello. Pure le camicie...che sono carine...hanno dei tagli orrendi...

    RispondiElimina
  9. Io non ho avuto il "piacere" di aspettare ore ed ore in fila per accalappiarmi qualche modello della collezione Lanvin per H&M...ti dirò la verità, dal mio Mac alcuni abiti sembravano anche carini ma non eccezionali..però non avendoli visti dal vivo e non avendoli toccati con mano non saprei giudicare...
    per il discorso che da H&M non trovi quasi mai niente di carino mi trovi in un certo senso d'accordo..
    Ti spiego: entro sempre con l'entusiasmo di comperare qualcosa che sia di moda e al tempo stesso poco costoso e mi ritrovo puntualmente a passare dalla casa con pochi o adirittura zero capi d'abbigliamento..
    da Zara, invece, questo problema non si pone..avviene esattamente l'opposto...!:D

    buona giornata carissimo!^_^

    RispondiElimina
  10. Già il riesumare una griffe storica è un operazione che praticamente non riesce mai l'unica che mi veine in mente e che ha dato buoni frutti è stata quella di Lagerfeld con Chanel (il confronto tra i vestiti disegnati dal fondatore e il nuovo stilista è sempre spietato) poi se prendiamo in considerazione Lanvin che è stato un mito della moda dai primi anni del novecento fino agli anni cinquanta, con degli abito fatti a "basso costo" è come paragonare Michelangelo ai disegni di un bambino di tre anni.

    Per chi volesse sapere qualcosa su Lanvin interessante un libro che fa parte di una collana di piccoli volumi dedicata a molti grandi creatori di moda, con cenni storici e belle fotografie e relativamente economici:

    Elisabeth Barillé
    Lanvin
    Octavo

    RispondiElimina
  11. @GRAZIA: Guarda ti assicuro che anche la sensazione tattile lascia parecchio a desiderare, ma tanto eh. Quindi non ti sei persa nulla.
    Il top è stato quando al party di Luisa Viaroma ho visto un total look...ribadisco...pareva un costume di carnevale.
    Da quando lavoro non mi capita spesos di andare da Zara, ma ultimamente anche lì poca roba per i maschietti, sempre i soliti colori smorti e scuri! E poi, è solo una mia sensazione o anche lì i prezzi hanno iniziato a lievitare?

    @LORAN: Concordo in pieno. E anche volendo parlare di Lagerfeld ci sarebbe da apire una grossa parentesi. Forse quando crea abiti della sua linea riesce a essere unico nel suo genere...ma con Chanel deve spremersi un pò di più le meningi.
    Inutile poi dire che se un abito nasce in un certo modo e ha un certo costo, ha i suoi perchè, e non è possibile realizzare lo stesso abito ad un costo ridotto. Serve altro.

    Grazie della segnalazione del libro. =)

    RispondiElimina
  12. Io ho visto a Roma, il giorno dopo la devastazione, questo di cui hai postato la foto, ma in rosso.
    Condivido in pieno le tue opinioni: a me sembra da pazzi fare la fila ore ed ore per un abito, poi se quest'abito è di una qualità così scadente....
    Preferisco non avere un abito con la firma Lanvin nel mio armadio, ma almeno di cotone e con un orlo!!

    RispondiElimina
  13. "C'è anche chi ha indossato indegnamente e in anteprima uno dei vestiti della capsule..."

    Cosa fai, lanci il sasso e nascondi la mano? Hai il chiodo fisso della Ferragni e non hai mai il coraggio di nominarla!
    Devi essere chiaro e dire perchè ha indossato "indegmamente" 2 (non uno) abiti in anteprima. Sei geloso e rosichi troppo. Forse volevi metterlo tu l'abito giallo?
    L'hai vista la settimana scorsa a New York e questa a Londra? E tu? ahhaaahhhahhaaahhaa
    Poveretto quanto rosichi!

    RispondiElimina
  14. Premetto che a me è piaciuta molto questa collezione. Alcuni abiti erano davvero belli, però ammetto che altri erano osceni. Una cosa che non mi è piaciuta affatto è tutta quell'aspettativa che si è creata e quell'eccessiva pubblicità che si è fatta. 1 ora di cosa minimo fuori dai negozi!? Ma stiamo scherzando!? Ma ci mancherebbe che pur di prendere qualcosa del genere solo per dire "anche io ho un Lanvin!" mi metta a fare code chilometriche. Che poi non è poi così esclusivo, dato che ormai tutti hanno almeno qualcosa da quella collezione, soprattutto tra i bloggers.

    RispondiElimina
  15. Non vivo in una città con uno store H&M a portata di mano (a volte considero questo una fortuna, altre una sfiga pazzesca) e non ho avuto occasione di vedere nessun capo di Lanvin esposto nel negozio quando ci sono andata io;
    Le uniche "collaborazioni" che mi sarebbe piaciuto vedere erano con Cavalli e con Jimmy Choo! Sinceramente tutti i capi Lanvin visti nelle pubblicità online mon mi piacevano nemmeno un pò, se poi la qualità fa così schifo... beh li lascio volentieri a qualcun'altra!

    RispondiElimina
  16. @LEGARCON: Lo penso anche io, però resta sempre l'effetto abitino da due soldi!

    @MARZIA: Parole sante! Il casino è che viviamo in un epoca in cui l'apparire è tutto, e se oggi come oggi ti azzardi a perdere un colpo sei fuori. Questa cosa della firma poi non la capisco nemmeno. E' così importante avere qualcosa di firmato? A quanto pare si vista la schiera di gente che stava fuori da quei negozi. C'è sempre chi preferisce la qualità alla quantità ed è ok, ma ripeto che Lanvin ha toppato.
    Io per esempio non ci faccio caso. Ok la firma piace anche a me, ma non potendomi permettere spese folli una volta ogni due giorni...mi arrangio in altro modo. Per fortuna.

    @GAIA: Carissima Gaia, mi spiace se ho dato l'impressione di uno che si nasconde. Chi mi legge da più tempo di te sa bene che non mi nascondo mai, su internet a che serve scusa? Inoltre se avessi avuto la pazienza di leggere qualche mio post indietro avresti notato che quando ho scritto di Luisa Viaroma l'ho nominata eccome e mica mi sono vergognato.
    Devo essere chiaro? Ha indossato 2 abiti Lanvin in anteprima? Oh mio Dio GRAZIE, adesso che ho colmato il dubbio che mi attanagliava, che non mi faceva dormire, mangiare, non mi faceva fare sesso come si deve, mi ha fatto scappare di casa, mi ha fatto cambiare sesso, mi ha fatto bere la candeggina e iniziato a farmi spuntare la barba, credo che vivrò meglio il resto della mia vita.
    Se hai letto della tua blogger che tanto difendi avrai anche letto quanto a me la collezione Lanvin non sia piaciuta, quindi no...lascio indossare quegli straccetti a chi ha voglia di apparire. E poi anche se lo facessi non avrei nulla da invidiare a nessuno...hanno un taglio talmente particolare che starebbero bene anche a mio padre.
    Per finire... no, non l'ho vista a New York e non l'ho vista a Londra. E respiro ancora.

    @FASHIONSENSATION: Ma guarda, io non metto indubbio che i disegni di quei vestiti non siano accettabili, è la qualità che lascia un pò a desiderare. E se non fosse stato per quella pubblicità martellante la gente avrebbe avuto anche meno aspettative e di conseguenza meno delusioni...visto che molti, il giorno dopo dell'uscita nei negozi, già rivendeva su ebay i vestiti!

    @CHEARLY: Esattamente, fidati che non ti sei persa nulla. E anche quella di Jimmy Choo..insomma. La roba da uomo era così costosa che per quello che offrivano non valeva assolutamente la pena. La cosa carina di Lanvin erano le scarpe da uomo che erano dorate...fine.
    La cosa bella di questa capsule? Un bellissimo video promo!

    RispondiElimina
  17. adoro i post duri e decisi *_* quando son fatti con attenzione ovviamente.

    il post in cui ho censurato le parole (ma non le immagini :D) sul mio blog non ti è piaciuto?
    :P
    kissss :*

    RispondiElimina
  18. Da "outsider", posso dire di aver visto live alcuni pezzi...e concordo, dal cinese sotto casa mia trovi roba migliore ad un decimo del prezzo!
    Trovo che questa sia la classica manovra commerciale dove ti vendono paccottiglia, facendotela passare per oggetti "cool" e così tanto fashion che DEVI fare la fila di un'ora per accaparrarti un pezzo della collezione!

    Se ci pensi, questo meccanismo è riproducibile in praticamente tutti gli ambiti commerciali, altro esempio: il mondo Apple (che io adoro, ma che so anche vedere "oggettivamente"): le file di ore (se non giorni) per prendere il nuovo modello di iPhone sono senza senso secondo me! Quelli'Phone ci sarà anche un mese dopo l'uscita...

    Ma ora sto divagando...tornando in topic...fanno cagare! XD

    RispondiElimina
  19. @ANXIETY: Mi è piaciuto si, ma in genere preferisco il vedo-non vedo, c'è più aspettativa! =)

    @STICKY: Fare la fina un'ora?? C'era gente in piedi davanti al negozio dalla sera prima!! Con i commessi del negozio con i cartelli in mano tipo vigili per indicare dove fosse la collezione!!
    Spiegami poi il senso di avere in centomila la stessa cosa...un conto è un cellulare...ma un conto è un vestito uguale!!
    La differenza tra un abito e l'Iphone è che l'abito era in ediizione limitata e sarebbe finito prima o poi. Le scarpe che anche io ho cercato quel giorno a Firenze... non le trovo manco su ebay purtroppo!

    RispondiElimina
  20. A ma il vestitino in tulle piaceva davvero tanto e probabilmente, se non fossi partita proprio quel giorno per la mia vacanza in Kenya, mi sarei messa in fila per cercare di comprarlo.
    Poi è anche probabile che vedendolo dal vivo decidessi di lasciarlo lì... in foto alcuni modelli sembravano decisamente carini.
    Baci :-***

    RispondiElimina
  21. Tanti discorsetti per non dire nulla!
    Io ti ho chiesto perchè "indegnamente" e tu non hai risposto.
    La tua è semplice gelosia e cattiveria!
    E poi, la conclusione è "chi disprezza compra". Se non t'interessasse il fenomeno Ferragni non sapresti nemmeno che aveva indossato gli abiti in anteprima. Invece la segui eccome!!!! (Come tutti)

    RispondiElimina
  22. Ciao Rano, anche io sono rimasta delusa dagli H&M londinesi. Credo di averci comprato solo una volta un pezzo, quasi per caso.
    Buona giornata e a presto!

    RispondiElimina
  23. @BAILING: Si dai forse la curiosità di vederselo addosso c'è non lo nego. Però sappiamo tutti che le foto ben fatte fanno sembrare bella anche una bertuccia e credo sia stata proprio questo il criterio della loro campagna pubblicitaria.
    Un bacione grande.

    @GAIA: Sinceramente credo di aver risposto più di quanto tu voglia. Visto però che non sembri leggere tra le righe ti rispondo a chiare lettere (visto che si deve essere chiari, no?). Ho scritto indegnamente però non mi spiego come mai lei possa avere delle cose in anteprima e altre ragazze che reputo più meritevoli di lei no. Sarà pure seguita ma c'è anche chi sa sfruttare bene questo suo seguito, e chi lo fa è sicuramente qualcuno di furbo...sto che basta regalargli un vestitino per farla contenta.
    La mia non è cattiveria, assolutamente no. L'ho vista di persona e manco c'ho parlato perchè benchè sia molto seguita e conosciuta a livello di blog, come persona la trovo piuttosto anonima, anche er il suo modo di vestire.
    L'unica cosa che potrei desiderare di sui sono i soldi che può spendere in viaggi, non certo quello che spende per un paio di scarpe.
    Il fenomeno Ferragni mi interessa dal momento che ci sono utenti come te che vengono sul mio blog e mi accusano di voler essere come lei. Se non ci fosse qualcuno che la segue il "fenomeno" (dove scusa?) non ci sarebbe.
    Come ho saputo che aveva in anteprima i vestiti? Cercando delle foto della collezione di Lanvin. La cosa sconcertante è che se cerchi anche "antanisparablindi" salta fuori una sua immagine lo stesso. Quindi c'è poco da stupirsi.

    @GIROVAGA: Io deluso pure da quello fiorentino, che visito più spesso. Diciamo che quel negozio è più indicato ai ragazzi giovani.
    Buona giornata anche a te.

    RispondiElimina
  24. Ben detto Rano!
    Non mi pare eccelsa questa collezione; alcuni abiti, da lontano, sono anche carini da guardare, ma la qualità si vede lontano un miglio che è scadente (e me ne sono accorta io, che ho visto gli abiti soltanto in foto).

    Mi dispiace solo che la gente si attacchi a un avverbio buttato lì tanto per, quando hai pubblicato un discorso ben articolato, motivando, soprattutto, le tue opinioni. Ce ne fossero blogger come te!

    Per fortuna, la maggior parte dei tuoi lettori ha compreso qual era il tema del post...

    RispondiElimina
  25. non voglio aggiungere nulla, hai detto tutto tu ed io sono semplicemente d'accordo con te! Ho avuto anche io modo di vedere questi vestiti a Londra e mi hanno lasciato molto delusa, la qualità poi mi è sembrata peggiore del solito, boh... sarà una mia impressione...

    un bacio!

    RispondiElimina
  26. concordo pienamente con te, a parte il colore è quasi tutto da buttare. fortunatamente ho saputo resistere alla tentazione..
    complimenti per il post, al di là del condividere o meno la tua opinione hai argomentato molto bene, e complimenti anche per le risposte decise e coerenti. ;)
    un abbraccio e (spero) a presto,
    V.
    http://bowsandpaillettes.blogspot.com

    RispondiElimina
  27. @ANNA: Purtroppo cara Anna c'è poco da stupirsi della gente, sempre più pronta a vedere solo quello che vuol vedere. In questo caso fa spavento pensare che ci sono persone che difendono a spada tratta una che si illudono di conoscere bene sperando che lei le consideri.

    @ANGELA: Non sbagli, la qualità ERA pessima...ma di fronte a un grande nome tutti chinano la testa e via. Se hai visto a Londra i vestiti avrai anche visto la vetrina con quei manichini....
    Bacio!

    @VIVI: Ciao E benvenuta sul mio blog! Belli i colori perchè accesi e vivaci, ma la fattura è da buttare!
    Sono molto contento che il post ti sia piaciuto, mi fa molto piacere vedere che ci sono persone che non cercano post con sole foto e che cercano un dialogo attraverso un commento costruttivo!
    A presto! =)

    RispondiElimina
  28. Ciao Rano!!è sempre un piacere leggere i tuoi post, perchè sei obiettivo e sincero..e non lo dico perchè la penso esattamente come te. Ultimamente H&M ha deluso molto anche me,parlo di abiti veramente con composizioni scadenti, mal rifiniti, scarpe di plastica..si salvano solo qualche collana e bracciale ogni tanto e t-shirt..ci compro il meno possibile perchè non sopporto mettere addosso tutto quell'acrilico!!la collezione lanvin in pubblicità sembra chissà cosa..poi dal vivo sembrano davvero vestiti di carnevale! ottima osservazione!
    a proposito tu ti mascheri a carnevale?
    un bacio

    RispondiElimina
  29. Allora...per le scarpe in plastica inizia pure a tremare visto che per uno strano motivo a me sconosciuto iniziano ad andare di moda. Oddio che orrore. E ovviamente arrivano dalla Cina. E dove sennò,
    H&M tra poco aprirà anche a Livorno, tanto per dare un'ulteriore badilata all'economia di questa città che sempre più scivola nel baratro...come se già non avesse fatto danni Zara e tutti questi centri commerciali che spuntano come funghi!
    Per carnevale no, non credo che mi vestirò. Quando ho un attimo di tempo studio per la tesi, e il corso mi modellista. E cerco di avere vita sociale! =)
    Tu?

    RispondiElimina
  30. Ma per "disegno di un abito" cosa intendi? Dici per l'illustrazione di partenza oppure una silouette e un taglio sartoriale dell'abito? Mi interessa molto la tua teoria :)

    Io, sinceramente, avendoli visti e toccati con mano, posso dire che questa capsule collection non valeva tutta la pubblicità che hanno fatto. L'unica cosa che mi è piaciuta è una collana, che non sono riuscita a trovare. Era in pseudo stile barocco, che dalle foto sembrava veramente di carta plastificata, mi piacevano più che altro i colori abbinati insieme! Ma, partendo dal fatto che Albert Elbaz non mi è mai piaciuto come designer, per Lanvin ha fatto ancora più flop con questa capsule secondo me, che poi abbia scelto una blogger "famosa"(l'ho letto dai commenti, manco lo sapevo io XD) per quanto possa essere importante, quella è una trovata geniale per non spendere nulla e farsi pubblicità sfruttando lei per bene! Ecco questa è l'unica nota positiva che vedo in questa collezione! :P
    Cattivissima!

    RispondiElimina
  31. P.s Giuro che l'unico vestito della collezione che ho visto e che mi piace, è quello che indossa la ragazza nella foto che hai inserito, le sta proprio bene!
    Ma a questo punto credo proprio che per la pubblicità abbiano fatto una serie di vestiti più sartoriali, mentre per i negozi abbiano ingaggiato un'azienda di cinesi a Prato, se no questo non si spiega!

    RispondiElimina
  32. mha...ti dirò..io adoro H&M, o meglio adoravo (perchè qui ultimamente è un pò deludente), ma ogni volta che c'ho messo piede, ne sono uscita con un sacchetto al braccio!
    Detto questo... concordo con tutto quello che scrivi. Non ho acquistato nulla della collaborazione di JimmyChoo (anche se avrei tremendamente voluto quei sandali!!!! DAMN!) e assolutamente nulla della collaborazione con LAVIN...non mi piaceva assolutamente nulla.

    Ma sopratutto.... non faccio parte di quelle che si accapigliano per avere perforza quella determinata cosa (che poi magari hanno tutte!). Io sono per l'originalità. Ok seguire la moda, ma quando una cosa ce l'hanno tutte.... che senso ha?! Spendere uno sproposito per far parte della massa?!!!
    Naaaaa non è la mia filosofia!
    Meglio un capo anonimo del mercato, pagato pochi euro!

    GuadyAnticonformista Mode on! :P

    CIAO RANO!!!

    RispondiElimina
  33. @DEAROSE: Per "disegno di un abito" intendo la realizzazione finale, potrei dire la confezione finale...ma visto che prima si deve fare un cartamodello in ogni caso...dico disegno! Ecco che se il cartamodello è fatto male "cade" tutto male...e il risultato è quello che abbiamo visto tutti!
    volendo parlare di pubblicità mi trovi daccordo. Ma trovo anche che quella di loro sia stata una bella manovra da entrambe le parti. Si sono resi conto che la qualità non era granchè da una parte, dall'altra la possibilità di arrivare anche al piccolo consumatore. Senza parlare che per il colosso H&M avere la collaborazione di Lanvin è stata una bella botta di fortuna.
    Finalmente poi c'è qualcuno che la pensa come me sul fatto che nessuno ti regala nulla, e che le case si moda o i negozi che ti regalano qualcosa è solo perchè ci vedono un sicuro tornaconto. Fine.
    La ragazza della foto è bellissima e il suo vestito pare fatto per lei...però parliamo sempre di una foto. La realtà è ben diversa...e poi...quanto lo metti un abito così???
    Siiii dai siamo CATTIVI!!

    @GUADY: Amore mio!!! Io voglio vedere che succederà non appena apre qua! Giuro che racconterò tutto e sarò brutale. Per come siamo fatti qua a Livorno finirà con tutto un bimbettame vestito allo stesso modo. E io già mi vedo a sputare veleno dal piano di sopra sulle nuove generazioni.
    Ovvio che è meglio un cardigan del mercatino...che quasi sicuramente è migliore del maglioncino preso dal colosso svedese!
    L'anticonformismo ti rende affascinante, sai?
    Riuscirò mai conoscerti dal vivo?

    @PICCOLOLORD: hi hi hi pure io per fortuna!

    RispondiElimina
  34. Wow!! Questo si che è un abito alla "GossipGirl"!!! :) ... a proposito hai visto la prima puntata della 4a serie? :D kisss

    RispondiElimina
  35. Ebbene si carissimo. Questo abito si adatterebbe perfettamente alla nostra amata Blair! Purtroppo ancora la nuova stagione non l'ho iniziata a vedere. Devo finire di vedere la seconda di Ugly Betty! Ma giuro che mi metterò in pari!
    Kiss.

    RispondiElimina
  36. Rano, il vedo non vedo è erotico...affascinante. a me interessava esprimere il porno, l'esibizione. cioè dovevo sostituire lo scritto con le foto non volevo affascinare *_*

    un bacio

    RispondiElimina
  37. Beh allora...ci sei riuscito in pieno.
    Bacio anche a te!

    RispondiElimina
  38. ah..i so love lanvin for h&m..nice blog you got here!and some pretty good pictures!i am following!i hope to see you on my list as well!!
    kisses from greece!!

    www.ffffashionmixxxx.com

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...