14 gennaio 2012

Pitti Immagine Uomo: la fiera


Vista la complessità che ho davanti nello scrivere della mia trasferta a Firenze in occasione di Pitti Immagine Uomo ho deciso di fare una divisione. In questo primo post le mie impressioni e in quello successivo vi racconterò della collaborazione che io, Paola e Irene abbiamo avuto assieme al negozio monomarca MBT. In questo modo rischio di non fumarmi il cervello scrivendo dopo le mie otto ore di lavoro giornaliere!
Ma andiamo con ordine.


Entrando a lavoro ad una certa ora non ero più abituato ad alzarmi presto e doverlo fare per andare a prendere il treno delle 8.10 è stato un trauma spaventoso. Un po' come se mia avessero detto che da ora in poi Chanel non esisterà più. 
Fortuna che subito sul binario ho trovato Irene ad aspettarmi, cosa che ha evitato che piombassi su un sedile del vagone sprofondando in un sonno profondo e finendo chissà dove. Grazie Irene per avermi salvato da un incubo senza fine...dove invece che trovarmi a una delle più importanti fiere di moda mi ritrovavo alla fiera del fagiano e della lepre!
Non dirò di della figura fatta dal guidatore del treno che salta la fermata di Lastra a Signa costringendo tutti ad andare tutti a Firenze e poi tornare indietro...ops.

Arrivati a Santa Maria Novella aspettiamo Paola che ci ha raggiunto in bus restando imbottigliata nel traffico cittadino. Livorno non è l'unica città che va in panne quando c'è qualcosa fuori dall'ordinario a quanto pare.



Ecco le mie compagne di viaggio! Paola con dei fashionissimi occhiali di Prada dell'ultima collezione e Irene con una stupenda collana in tinta con gli altri accessori. Ero in ottima compagnia!
Avendo l'appuntamento al monomarca MBT quasi all'ora di pranzo decidiamo di farci un giro per Firenze così tanto per buttare un occhio ai saldi fiorentini e farci una bella colazione accompagnata da un po' di chiacchiere.


Paola da fiorentina doc ci ha portato da Verrazzano, un bar che fa un sacco di cose buone e si presenta in uno stile classico ma per niente pesante. E' stato un bene entrare in questo posto perchè stavo rischiando di lasciarci le penne se non entravo da qualche parte con più di dieci gradi. Erano più delle 9.30...quindi sempre troppo presto perchè il mio cervello iniziare a funzionare in modo decente.Povero criceto...avrà fatto tardi anche lui la sera prima.


Ho iniziato a ingranare quando mi son trovato davanti il bancone della colazione e ho sentito odore di cappuccino. Eh si, non c'è che dire...per me il latte è un po' come gli spinaci per Braccio di ferro. In quell'occasione è stato bello vedere che noi tre parlavamo degli smalti Chanel con una sicurezza e una scioltezza sovrumani! Questo mi ha fatto sentire decisamente meno pazzo di quando nella solitudine della mia stanza mi metto lì e scuoto quelle preziose boccettine da 20 euro l'una!
Finita la colazione ci ributtiamo nel ghiaccio cittadino per raggiungere il monomarca MBT.
Ma questa è un'altra storia...e un altro post!


Quesllo che non mi aspettavo succedesse rispetto all'anno scorso è stato l'entrare in fiera come "stampa". In pratica la tizia al bancone chiede se avevamo dei biglietti da visita perchè se eravamo blogger potevamo forse entrare come "addetti stampa". E io ho pensato "seeee figurati se ora i blogger entrano come stampa! Chi se li fila??". Secchiata d'acqua gelata quando la tizia del bancone guardando il mio biglietto da visita chiede se ho un Iphone per controllare il mio blog! 
Secondo voi quanto ci ho messo a mettere la mano in tasca e lanciare il browser dell'Iphone alla pagina che state visualizzando adesso? Tempo 2. Sostanzialmente voleva controllare la frequenza di aggiornamento. E io lì giù a pensare che tanto mi avrebbe detto "e chi cavolo è questo???", capirete quindi il mio strabuzzamento di occhi quando la tizia dice "si si...va bene! Devi compilare questo form che ti consente di scattare fotografie all'interno".

Lombardia si...non chiedetemi perchè.

Non ci volevo credere! Cioè io...no dico...IO che entro al Pitti Immagine Uomo come addetto stampa grazie al mio blog??? Giuro pareva che il cielo si fosse aperto e gli angeli avessero iniziato a cantare.





Il bello (o il rischio) di andare a Pitti è che ti trovi davanti gente di questo tipo quando meno te lo aspetti. E lì devi essere consapevole che puoi pure lasciarci le penne secondo come. Roba che ti butti nel mezzo e succeda quel che succeda. Oppure tu che ti attacchi alle caviglie di uno di loro pregandolo che ti porti a casa con lui indossando pure quei giacchettini verdi trapuntati!Io? Somigliavo a una donna incinta con le vampate! E siamo in inverno!



La mattina faceva freddo. Ma entrato in fiera ho iniziato ad avere caldo! Forse per colpa dei maschietti qua sopra, non lo so. Fatto sta che fa fighissimo andare in giro mostrando come sei vestito. Chissenefrega se patisci freddo. A nessuno importa. tutti sono lì pronti per scrutarti e farti un possibile cappottino...così nel caso fossi vestito come nonna Abelarda ti ci puoi pure tappare.







Lo stand Vintage 55 è uno di quelli che più mi ha colpito in assoluto. Sia per la sua maestosità, sia per l'originalità con cui presentava i capi di abbigliamento. Un marchio che tende a ricreare lo stile vintage con motivi quadrettati dai colori rossi, blu e verdi, il tutto inserito all'interno di un contesto che mi ha fatto pensare alla serie tv di Dallas!


Pitti è anche un'ottima occasione per imparare a cogliere certi dettagli che spesso fuggono al nostro occhi e che invece è possibile catturare con l'aiuto di una fida reflex con obbiettivo 50mm. Grazie Chiara...questo dettaglio è tuo!


Pepe Jeans si riconferma uno dei miei marchi preferiti. Sempre visto sulle riviste di moda e di recente potuto toccare con mano lavorando in Coin. Peccato non aver avuto più tempo per uno studio approfondito dei capi. Avrei voluto davvero saperne di più sulla nuova collezione! Uffi.


Ma uno dei momenti più belli di tutta la giornata è stato quando ho avuto l'onore di conoscere Lucia di Fashion Politan. Blogger milanese anche lei a zonzo per la fiera a caccia di dettagli, idee e quant'altro possa alimentare le sue pagine. E' proprio come me la sono sempre immaginata. Una persona con cui un giorno mi piacerebbe passare altro tempo assieme per fare 4 chiacchiere!


E poi che dire di questo spettacolo di scarpe? No ditemelo voi! Era altissima. Fashionissime...ma un po' scomode, parola di Lucia eh!






Successivamente, come dei grandi fighi, saputo come una nostra amica, Irene Colzi, era invitata a un evento organizzato dal negozio Gerard per la presentazione della nuova collezione del marchio G-Star, abbandoniamo la fiera e torniamo nel centro di Firenze per fare un tocca e fuggi prima di tornarcene in stazione.


Ogni volta torno come rinato da questa esperienza. Per un giorno mi sono immerso nel mondo della moda assieme ai colleghi blogger e con persone con cui passo sempre volentieri del tempo. Ho avuto un sacco di soddisfazioni e vedere che il mio lavoro su queste pagine porta a qualche traguardo mi riempie il cuore di gioia in un momento in cui ne avevo davvero bisogno. A riprova del fatto che quello che fai con le tue uniche forse è la cosa più bella che ci possa essere.

E adesso? Pronti per la mia avventura al monomarca MBT assieme a Paola e Irene? 

14 commenti:

  1. "uno dei momenti più belli" ma te me voi fà piagne!!! poi io che vivo a Milano, sono di Arezzo e scrivo in romano mah
    No cmq è stato un piacere anche per me caro, apero di vederti presto :)))
    bacione e buon week end!

    RispondiElimina
  2. tres jolie amico mio davvero tutto molto bello, bello l'articolo, belle le foto e belli i modelli :p

    RispondiElimina
  3. Bell'articolo veramente, certo anche io avrei avuto qualche difficoltà a non toccare i modelli.:))

    RispondiElimina
  4. Wow... devo tornare piu' spesso on line per vedere questi bei post!!! :p ... cmq come ti dicevo l'altra volta su Facebook... qualche volta ci verrò anch'io a questi eventi :p eheh...... PS: mi piace un sacco il modello nella foto sotto al tuo cartellino stampa... quello in arancione, pantaloni grigi e guanti neri :p mmm...

    RispondiElimina
  5. Che meravigliosa esperienza!

    RispondiElimina
  6. Che fantastico post!! Vedere realizzato quello per cui ci si è impegnati tanto non ha prezzo, sono ultra felice per te!! Io sono prontissimo per il tuo prossimo post :D

    RispondiElimina
  7. @MAJIN: I modelli valevano davvero la pena!! Forse troppo!

    @LORAN: Purtroppo per non rischiare mi sono tenuto a debita distanza!

    @GUY: Ciao e ben tornato a bloggare carissimo amico. Auguro anche a te di presenziare a un evento simile, c'è davvero da rifarsi gli occhi!

    @PAOLA: Puoi dirlo forte!

    @SERGIO: Si è vero, vedere che il tuo "lavoro" porta così tante sosddisfazioni non ha prezzo. Sono davvero soddisfatto di tutta quella bella giornata e delle persone che erano assieme a me!
    Spero non resterai deluso neanche dal prossimo post!

    RispondiElimina
  8. Ranino caro..che dire..ho letto tutto il tuo racconto con entusiasmo ed è sempre bello passare del tempo con voi..soprattutto perchè con nessuno posso parlare di smalti Chanel in questo modo!! Eheh, giusto ora che ti scrivo sto facendo "manutenzione" alla mia collezione, scuotendoli e testandone la densità, ho quasi finito con Chanel e tra poco attacco con Dior (in sensibile minoranza). A proposito di Dior, ho visto che hai detto a Ire che forse forse ci stai facendo un pensierino..beh, io che il grande tradimento l'ho fatto per ben 2 stagioni, ti dico che non te ne pentirai (anche se quest'inverno a dire il vero oltre a Graphite avrei preso anche il blu di Dior, quello opaco, sì sì, ma ho deciso di darmi una regolata). Un bacione!

    RispondiElimina
  9. Ah, ma non mi hai fotoscioppato le occhiaie! E' un'ingiustizia! Paola, digli qualcosa! :D :D

    Un bacione ciccio, sto sistemando le foto, ve le mando tra un minuto! :*

    RispondiElimina
  10. Ottime fotografie, meritano proprio.. ;-)

    Lovely Idea

    RispondiElimina
  11. le foto trasmettono davvero tutta la bella esperienza che hai vissuto!!!!!

    kisses
    The Glamour Avenue

    RispondiElimina
  12. @PAOLA: Cavolo io è un po' che non faccio la mia manutenzione e devo assolutamente recuperare al più presto! Cosa mi consiglio come colore Dior?

    @MURADINESSUNO: Le orecchie? Hanno un qualche riferimento che dovrei cogliere? Grazie delle foto!

    @ANONIMO: Grazie infinite. Le belle foto per me sono tutto!

    @GIUSYTA: Dovresti provarla, ci si sente davvero bene immersi in quel mondo!

    RispondiElimina
  13. Ciao rano! Che piacere risentirti!!che bello essere stati al pitti uomo! Baci

    RispondiElimina
  14. Hai un blog fantastico su TUMBRL! :p :p ti seguo anche li!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...