22 giugno 2013

moonrise kingdom // una fuga d'amore




Un regalo inaspettato è sempre gradito. In particolare se ti viene fatto dopo una bella serata passata con amici fuori a cena e che prelude qualcosa di ancora più bello con la persona che te l'ha regalato.
Moonrise Kingdom di Wes Anderson. Questo rientra in quella categoria di film che ho guardato per le le mie ricerche, proprio come Ghost World.




Una storia romantica e uno studio dei costumi a dir poco sensazionale per raccontare la fuga d'amore di due adolescenti. Una fuga vissuta con l'innocenza e la semplicità di quell'età, quando siamo convinti che il mondo sia ai nostri piedi e che bastino le scarpe della domenica e il nostro giradischi portatile a batteria per farci felici.




Di colpo ti ritrovi negli anni sessanta. E ti ci trovi pure bene aggiungo io. Quello che ho visto mi porta alla mente qualche oggetto e qualche dettaglio che ero solito cogliere anni e anni fa, quando il mio sguardo veniva sempre catturato dai colori accesi. E questa è una di quelle cose che mi è rimasta.
Ricordo moltissimo l'arancio e il rosso. Abiti, mobili e complementi d'arredo. Colori caldissimi che coronano momenti della mia infanzia.




Forse è per questo che finisco sempre per ritrovare gli stessi attori e le stesse situazioni. Mi tornano semplicemente alla mente cose che mi sono appartenute nel passato, anche se sono nato decisamente più tardi degli anni '60. Ma mi sarebbe piaciuto "viverli" quegli anni.

Di nuovo una storia dove i personaggi sono due persone che non vengono comprese e come in un gioco di bambini decidono di scappare seguendo una antico sentiero indiano dell'isola. Dialoghi semplici ma pieni di significato e romanticismo nella loro semplicità. Proprio come ascoltare un vecchio disco o fare una lista dei libri che ci siamo portati dietro dentro una valigia color limone.
Di nuovo due personaggi che si staccano dal gregge che cammina in un'unica direzione, quella imposta dai genitori e dalla società, cercando di portare avanti il proprio ideale di libertà per diventare adulti.



Moonrise Kingdom mi ha colpito per l'uso della fotografia. L'arredo e, ovviamente, l'abbigliamento. Adesso forse un po' strano ed eccentrico ma indubbiamente pieno di fascino e curiosità. Mi ha portato in un altro mondo. un mondo pieno di oggetti e cose che mi piacerebbe poter utilizzare adesso, ora che siamo circondati solo da telefoni cellulari e abbiamo perso il gusto delle piccole cose.

Essere felici di quel poco che abbiamo ogni giorno e godercelo fino in fondo assieme a chi ci sta accanto, compiendo anche nel nostro piccolo delle piccole fughe, incuranti del mondo che ci circonda al fine di essere felici sempre.
Detto ciò non mi resta che immergermi nel mood di Moonrise Kingdom e cominciare la ricerca.

When?

5 commenti:

  1. È un film molto particolare..un po' per i personaggi e i dialoghi.I due personaggi principali sono stupendi con tutte le loro ingenuità.Sicuramente molto carino!! Confermo la bellezza dei costumi, delle scenografie e l'uso di oggetti degli anni 60,che ormai ritrovi solo nei mercatini o a casa di qualche collezionista. Risp."Early!".A.

    RispondiElimina
  2. lo voglio vedere!!!!! Figo!!!
    Mi manchi!!
    M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplicemente fantastico! DEvi vederlo in tutti i modi!

      Elimina
  3. Saw it in DVD few month ago, just love it!

    http://beautyfollower.blogspot.gr/

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...